Sere di cultura e divertimento Si riaccende il cuore di Luino

 La via Felice Cavallotti di Luino è tornata agli antichi fasti, almeno per cinque sabati, conclusisi il 31 agosto con il tributo dedicato a Nanni Svampa da parte dell’attore luinese Francesco Pellicini. Questa via porta il nome di un politico e giornalista conosciuto per la sua levatura di poeta e scrittore di ispirazione sociale e le passate serate con la rassegna “Notte di note” le hanno reso onore anche solo per lo sforzo nel voler proiettare nuovamente nel mondo luinese quello che un tempo era il cuore della città ora in parte dimenticato.

«Notte di note – ha detto il presidente dell’Associazione dei commercianti di Luino (Ascom), Franco Vitella – ha avuto il merito di riportare al centro una parte di città un po’ trascurata e questi spettacoli ci hanno fatto capire il potenziale di un corso che tanti anni fa aveva al suo interno una cinquantina di mercanti». Oggi il piatto piange, citazione luinese, ed i commercianti rimasti sono una manciata in quella salita che dal porto conduce verso il centro dove un tempo era impossibile camminare per quanta gente c’era in talune ore. «Saranno pure pochi questi esercenti – continua Vitella – ma hanno fatto grandi cose con eventi che hanno ideato loro, con il pubblico delle grandi occasioni a guardare, e per i quali Ascom ha contribuito dal punto di vista della promozione. Dobbiamo continuare su questo percorso, offrire al turista che viene qualcosa che trova solo qui, bisogna puntare sulle prerogative del nostro territorio con i nostri punti di forza perché poi ad avere il bel lago e le belle montagne non siamo gli unici. Anche in quest’ottica abbiamo invitato nella serata tributo a Svampa il sindaco di Porto Valtravaglia Ermes Colombaroli magari per proseguire l’esperienza della “Notte dei Mezarat” ideata da Dario Fo a Porto Valtravaglia».

Insomma, il cantiere culturale e di promozione del territorio aperto in via Cavallotti sembra portare più lontano e fare da trampolino non solo per eventi ma anche per una promozione permanente di angoli di Luino, del Verbano. Ai commercianti sabato sera è stato consegnato, sempre da Ascom, un vero e proprio marchio come simbolo “della Cavallotti”, non semplice merchandising di un posto ma il riconoscimento di una volontà di ristoratori, botteghe d’arte e negozi del posto che cercano di sopravvivere agli eventi, alle crisi, alla storia.

«La via Cavallotti è stata per secoli l’anima di Luino – ha detto il sindaco Andrea Pellicini che ha patrocinato questi eventi – la via principale che saliva dal porto. Oggi è diventata la via degli artisti e questa estate si è trasformata in un palcoscenico naturale, capace di proclamare cultura e divertimento. Il mio applauso va a tutti coloro che hanno creduto in questo piccolo miracolo».