Sea ottiene il record di passeggeri Il traffico negli scali sale a 29 milioni

La Provincia Varese - 04/05/2017

Sono tutti di segno positivo gli indicatori dei principali risultati del bilancio d’esercizio 2016 approvato in questi giorni da Sea, la società di gestione aeroportuale degli scali di Malpensa e Linate. In aumento, in particolare, il traffico negli scali, sia in termini di passeggeri che nel comparto cargo: con 29 milioni di passeggeri il traffico ha infatti registrato, nel 2016, una crescita sul sistema degli aeroporti milanesi del 3,1% rispetto al 2015. Il traffico cargo, anch’esso in crescita del 7,2% rispetto all’esercizio precedente, ha registrato 549,4 mila tonnellate di merci trasportate. Ma guardando i dati, ripuliti da fattori contingenti straordinari, i risultati appaiono ancora migliori: nell’ultimo bimestre del 2016, venuto infatti meno l’effetto di Expo sui dati 2015, l’incremento del traffico passeggeri è stato pari all’11,9% sullo stesso periodo del 2015, con un aumento che a Milano Malpensa ha raggiunto il 15,3% (incremento che diventa pari al 19,1% considerando il solo mese di dicembre). Un trend positivo che continua e si conferma anche nei primi quattro mesi del 2017, in cui il sistema Sea con 9,2 milioni di passeggeri registra una crescita del 10,4% rispetto all’anno scorso. In particolare l’aeroporto di Milano Malpensa con 6,2 milioni di passeggeri registra un incremento nel quadrimestre del 14,3% e con una punta del 22% nel mese di aprile che stabilisce il nuovo record storico mese su mese. Traffico record quindi negli ultimi 6 mesi a Milano Malpensa. Anche il settore cargo ha però macinato numeri record e anche l’andamento particolarmente positivo del traffico merci dello scorso anno viene confermato nei primi quattro mesi del 2017: con 192,8 mila tonnellate di merci trasportate il traffico registra un incremento pari al 14% rispetto al primo quadrimestre del 2016. Veniamo ai dati di bilancio a livello di Gruppo: l’esercizio si è chiuso con ricavi della gestione a 653,5 milioni di euro, in crescita dell’1,7% e un utile netto del Gruppo a 93,6 milioni di euro, in crescita dell’11,7%. L’indebitamento Finanziario Netto è sceso a 529,4 milioni di euro, in riduzione di 8,9 milioni di euro rispetto al 2015. Tutto questo ha permesso un dividendo pari a 70,3 milioni di euro, in crescita rispetto al precedente dividendo da 62,8 milioni di euro, per un importo di euro 0,2812 per azione con un rapporto di redistribuzione dell’80% circa e sarà messo in pagamento a decorrere dal 26 giugno di quest’anno. n