Sea chiude il bilancio in continua crescita Il traffico passeggeri arriva a 29 milioni

La Provincia Varese - 24/03/2017

«Il 2016 è stato un altro anno positivo per Sea»: così commenta Pietro Modiano, Presidente di Sea il progetto di bilancio della società di gestione degli aeroporti di Malpensa e Linate. E sono i numeri a definire l’anno appena chiuso, che ha toccato molti picchi di massimi storici: i ricavi della gestione ammontano a 653,5 milioni di euro, in crescita dell’1,7%, ma a parità di perimetro e al netto delle componenti non ricorrenti i ricavi crescono del 3,3%. L’utile netto è arrivato a 93,6 milioni di euro, in crescita dell’11,7%. Decisamente positivo è l’andamento del traffico passeggeri, che sono arrivati a quota 29 milioni, in crescita del 3,1%, ma con picchi del 19,1% a dicembre nello scalo di Malpensa. Bene anche il traffico merci: 549,4 mila tonnellate di beni trasportati, in crescita del + 7,2% con picco a dicembre di + 18,4%. «I dati di bilancio confermano e rafforzano i progressi di redditività, efficienza e solidità finanziaria, già evidenti nei risultati del 2015 – spiega Modiano – a testimonianza di una ripresa di natura strutturale e che appare sostenibile nel tempo, secondo le linee del piano strategico approvato di recente dal Consiglio di Amministrazione. Al netto delle componenti non ricorrenti e a parità di perimetro, i ricavi sono aumentati del 3,3%, grazie alla crescita del 3,8% del business aviation, valore sostanzialmente allineato all’andamento del traffico, e del 2,0% del business non aviation. I costi sono in linea con l’esercizio precedente. Il margine operativo lordo è, di conseguenza, aumentato del 5,1%, da 223,1 milioni di euro a 234,4 toccando il suo massimo storico. Al netto delle componenti non ricorrenti e a parità di perimetro il margine operativo lordo cresce del 7,4%. L’utile netto è aumentato da 83,8 milioni di euro a 93,6 (+11,7%) a sua volta ai massimi storici». Il 2016 per Sea è stato un anno di forti investimenti. «È proseguita un’intensa attività di investimento – aggiunge Modiano – concentrata soprattutto a Milano Malpensa nel completamento degli interventi di restyling dei terminal e nei lavori in area cargo e a Milano Linate nella costruzione di un nuovo hangar per l’aviazione generale. L’indebitamento finanziario netto è pari a 529,4 milioni di euro, in riduzione di 8,9 milioni di euro rispetto all’anno precedente, a seguito della positiva generazione di cassa della gestione operativa». Ed è soprattutto il traffico che ha mostrato tassi di crescita soddisfacenti «con una tendenza positiva che nel corso dei mesi è andata via via rafforzandosi, fino a raggiungere a fine periodo, venuto meno l’effetto di Expo sui dati 2015, valori assai significativi anche nel confronto nazionale e internazionale. Questo sia nel traffico passeggeri che nel traffico cargo». Sicuramente, fra i risultati più importanti dell’anno trascorso «si deve ricordare l’avvio a positiva conclusione della vicenda di SEA Handling e della relativa sanzione a suo carico per aiuti di Stato, che aveva condizionato le passate gestioni, minacciando la stabilità di molte centinaia di posti di lavoro».