Se al videocitofono replica lo smartphone

La Provincia Varese - 27/06/2016

Quando affrontiamo temi come l’internet of things e gli oggetti connessi alla rete, stiamo parlando già del presente e non solo del futuro della nostra quotidianità legata sempre di più all’utilizzo delle nuove tecnologie. BTicino ha presentato e messo sul mercato il videocitofono Classe 300X13E, il primo dispositivo di nuova generazione del programma Eliot, che l’azienda varesina ha dedicato all’Iot e che offre nuove soluzioni per accrescere il valore d’uso per l’utilizzatore. Coniugando modernità e innovazione, BTicino ha sviluppato un videocitofono connesso che permette di comunicare, tramite smartphone, con chi ha suonato alla porta dell’edificio o dell’abitazione, in audio video, sia da locale che da remoto. Un’azione che soltanto fino a pochi anni fa era impensabile poter svolgere ma che oggi è una realtà. Classe 300X13E permette di farsi raggiungere anche quando si è comodamente seduti sul proprio divano di casa, oppure se si è in giardino o addirittura se si è assenti; consente di vedere chi ha suonato, di rispondere e di interagire ad esempio aprendo a distanza la porta del cancello o attivando la luce del giardino. La connettività wi-fi integrata, tramite la rete dell’appartamento, può collegare il videocitofono ad uno smartphone registrato e grazie a una App dedicata, consente di gestire le chiamate videocitofoniche in modo innovativo e funzionale. L’azienda varesina ha semplificato il più possibile l’utilizzo del nuovo gioiello griffato BTicino, in modo che sia intuitivo e semplice da usare; con il videocitofono connesso basta scegliere la telecamera e premere per attivarla. «Rispondere al telefono – spiegano dall’azienda – è semplice come rispondere a una normale chiamata telefonica e per aprire la serratura è sufficiente far scorrere il simbolo della chiave verso destra, evitando così aperture accidentali». Come tutti i prodotti BTicino, anche in questo caso, è stata prestata massima attenzione al design, con un ampio display touch screen da sette pollici, impreziosito da una finitura lucida effetto vetro; disponibili due finiture, una chiara e una scura, nelle modalità di interazione da parete e da tavolo. «Scegliere Classe 300 significa fare anche una raffinata scelta di stile – ricordano da BTicino – non a caso è stato premiato con il prestigioso riconoscimento internazionale IF Design Award 2016, da oltre 60 anni simbolo di eccellenza del mondo del design». Classe 300 può andare anche a rinnovare l’impianto video citofonico, andando ad aggiornare l’esistente, senza cablaggi aggiuntivi, grazie alla connettività wi-fi; il nuovo videocitofono connesso di BTicino è già disponibile presso l’installazione elettrica