Scuola-Lavoro, coinvolti 5mila ragazzi

La Prealpina - 26/10/2016

Oltre 5 mila studenti lombardi saranno coinvolti nel programma del Miur (Ministero dell’Istruzione e dell’università), “campioni di alternanza” che parte quest’anno con 14 aziende e due organizzazioni del terzo settore. Tra le imprese coinvolte, McDonald’s, Fondo per l’Ambiente Italiano, Eni, Zara, Bosh, Coop, Intesa San Paolo, General Eletric, IBM e Hewlett Packard, Posteitaliane.

È l’ultimo esempio in ordine di tempo di progetto basato sul concetto di alternanza scuola-lavoro, una realtà per la quale Regione Lombardia nell’ultimo biennio ha attivato risorse per più di 300 milioni di euro, come ha spiegato ieri l’assessore all’Istruzione formazione e lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea, intervenendo all’evento annuale “Investire nel capitale umano: occupazione, inclusione, formazione, crescita e innovazione”, che si è svolto all’interno delle due giornate organizzate da Expotraining inFiera Milano.

«La concentrazione degli investimenti coinvolge quattro aree– ha precisato l’assessore Aprea -: occupazione; formazione e istruzione; inclusione sociale e lotta alla povertà; rafforzamento della capacità amministrativa».

Citando i più recenti studi sulle professioni che saranno richieste in futuro, l’assessore ha sottolineato che le analisi evidenziano come nei prossimi cinque anni l’evoluzione del lavoro sarà legata a fattori tecnologici (Industria 4.0) e a fattori demografici e socio-economici. Questo comporterà la perdita di 7milioni di posti di lavoro nel mondo in ambito manifatturiero, di amministrazione e produzione, mentre saranno oltre 2 milioni i nuovi posti di lavoro nei settorimanagement, Ict, operations.

«Regione Lombardia pensa di doversi candidare a prenotare una bella fetta di questi 2 mil