Saronno – Nella giunta dipinta di rosa

La Prealpina - 20/10/2020

Ieri mattina nella Sala del Bovindo di Villa Gianetti c’erano cinque
nuovi assessori su sette alla presentazione ufficiale della nuova giunta
con il sindaco Augusto Airoldi: assenti Giulia Corinna Mazzoldi, sana
ma bloccata a casa in isolamento per un “contatto” con un caso Covid
e Ilaria Pagani, malata (non di Covid). Pochissime le persone ammesse all’evento: ingresso strettamente riservato ai giornalisti, con il sindaco che al suo arrivo ha fatto personalmente allontanare qualche curioso. Già così si sono capite chiaramente quali e quante saranno le sfide alle quali sarà chiamata la nuova Amministrazione comunale di Saronno.

Ore 12, puntualissimo Airoldi, che ha subito iniziato la breve presentazione del suo team. Tutti volti nuovi, persone che mai avevano ricoperto il ruolo di assessore come del resto lui aveva chiesto sin dall’inizio quando (dopo essere stato per tanto lontano dalla politica attiva) aveva fatto nascere la sua lista civica, Airoldi sindaco, poi via via affiancata da Pd, Tu@Saronno,
quindi Obiettivo Saronno, Con Saronno e Italia Viva. Mascherina sempre indossata, camicia bianca e giacca blu, richiamo al biancoceleste che caratterizza Saronno, Augusto Airoldi non ha nascosto la soddisfazione per essere riuscito ad attorniarsi delle persone che ritiene quelle giuste per «lavorare a un programma molto corposo e che prima della fine del mandato vogliamo realizzare il più possibile». Ma innanzitutto con l’emergenza coronavirus da affrontare da subito. Lo sta facendo dai giorni scorsi fornendo con puntualità i dati dei contagi in città, che il suo predecessore Alessandro Fagioli aveva dato sporadicamente, e nella consapevolezza che sarà il primo tema da affrontare nel prossimo futuro. A partire dagli eventi pubblici e il Municipio, dove in questi giorni è stato scoperto un caso positivo al Covid e si è stati costretti a sanificare tutto.

Attorno ad Airoldi sette sedie, le due vuote – simboliche – per chi forzatamente ha dovuto rinunciare all’appuntamento. È una Giunta per
la prima volta nella storia di Saronno a maggioranza femminile, 4-3,
«ma non per un eccesso da quota rosa ma perché si tratta delle persone competenti al posto giusto. Non sono in Giunta perché sono
donne ma perché sono donne competenti, la prevalenza femminile è
motivata dalle competenze. Ne sono molto contento», ha rimarcato
Airoldi. Il neosindaco poi ha ricordato anche la consolidata tradizione
saronnese, da vent’anni a questa parte: che l’incarico di vicesindaco
sia affidato a una donna. Stavolta è stata scelta Laura Succi, esponente
della lista Airoldi ed ex presidente dell’Università delle tre età. Dunque, la nomina davanti ai giornalisti degli assessori Franco Casali, Alessandro Merlotti, Ilaria Pagani, Giulia Corinna Mazzoldi, Novella Ciceroni e Gabriele Musarò. Poi le foto di rito all’aperto, davanti alla storica Villa Gianetti, per qualche secondo senza mascherina ma tutti ben distanziati.

 

Sette assessori: volti nuovi

Laura Succi, 72 anni, pensionata, vicesindaco e assessore alla
Cultura, Pari opportunità e marketing territoriale. È stata presidente dell’Unitre, l’attivissima Università delle Tre Età, di cui è ora presidente onoraria.
Giulia Corinna Mazzoldi, 50 anni, assessore a Bilancio, Patrimonio, Società partecipate, Commercio e Attività produttive. Fa la commercialista ed è una esponente locale del Partito democratico.
Ilaria Pagani, 50 anni, commerciante, assessore alla Coesione
sociale, Servizi alla persona, Politiche per la famiglia. Da sempre
impegnata in ambito sociale e nelle associazioni locali, con la
sua famiglia ha gestito lo “storico” Colorificio Pagani.
Gabriele Musarò, 43 anni, insegnante, assessore alla Pubblica
istruzione, Politiche giovanili e Sport. È il vicepreside della scuola media Aldo Moro di viale Santuario.
Franco Casali, 69 anni, pensionato, assessore all’Ambiente, Mobilità, Politiche energetiche e Partecipazione. Ex dirigente d’azienda e da sempre attivista della Fiab, l’associazione dei ciclisti, e già candidato sindaco con la
civica Tu@Saronno.
Novella Ciceroni, 47 anni compiuti cinque giorni fa, ingegnere
e insegnante, assessore ai Lavori pubblici, decoro urbano e
innovazione. È la co-fondatrice della lista civica che ha rappresentato la vera rivelazione delle elezioni 2020: con Obiettivo Saronno ha ottenuto più
del 10 per cento dei consensi. È insegnante all’Itis Riva.
Alessandro Merlotti, 51 anni, architetto, assessore alla Rigenerazione urbana. Professionista, lavora fuori città, è conosciuto anche per il suo impegno in ambito associativo e oratoriano.