Saronno Giunta, Fagioli rompe gli indugi Fuori Pellicciotta, rischia Banfi

La Prealpina - 26/03/2018

Ritiro delle deleghe all’assessore Maria Elena Pellicciotta, cambio di competenze per Lucia Castelli, ingresso in giunta di Maria Assunta Miglino, tre-quattro giorni di tempo per fare scegliere a Saronno al centro se continuare ad affiancare l’assessore Dario Lonardoni con Francesco Banfi o se sostituire quest’ultimo con Paolo Strano.

È questo l’esito del vertice di maggioranza che si è svolto ieri mattina a Saronno, dove, a causa dell’ingresso in maggioranza di Forza Italia, già un mese fa il sindaco Alessandro Fagioli aveva annunciato un rimpasto in giunta, slittato prima a dopo le elezioni politiche e ora di qualche altro giorno per problemi interni alla maggioranza stessa.

Problemi che si possono riassumere in una sola parola: dimissioni. Quelle che avrebbero dovuto dare di loro sponte Pellicciotta e Banfi, ma che invece, al momento della verità, né l’una né l’altro hanno presentato, bloccando il piano di redistribuzione delle deleghe stabilito nelle segrete stanze della maggioranza. Anzi, nel mentre Pellicciotta ha anche cambiato casacca, lasciando la lista civica Saronno Protagonista per entrare in Forza Italia.

Una variazione di rotta tardiva, e che pare avere solo aumentato l’irritazione della Lega, tanto che al momento l’unica sicura di rimetterci il posto dovrebbe essere proprio lei, Pellicciotta, a cui, salvo clamorosi cambiamenti di rotta nella notte, stamattina il sindaco Fagioli ritirerà le deleghe assessorili, urbanistica in primis.

Cosa succederà? Detto che non cambierà nulla per Pierangela Vanzulli (vicesindaco e assessore al Bilancio), Dario Lonardoni (Lavori pubblici), Gianangelo Tosi (Servizi sociali) e Gianpietro Guaglianone (Ecologia), Forza Italia entrerà in giunta con Maria Assunta Miglino, a cui andranno le deleghe alla Cultura e alle Politiche giovanili. La delega all’Urbanistica resterà temporaneamente nelle mani del sindaco Fagioli che, “costretto” a toglierla a Pellicciotta, pare intenzionato a controllare di persona cosa stia accadendo in un settore, l’urbanistica, che la Lega ritiene suo. Esaurito il controllo, cederà la materia a Lucia Castelli, che nel frattempo si occuperà di comunicazione e rapporto con il territorio. Resta l’assessorato al Commercio: la competenza sul tema certamente non sarà tolta a Saronno al centro, con quale formula e con quale persona sarà probabilmente la stessa lista civica a doverlo comunicare al sindaco entro metà settimana.