Saronno – Ecco la ciclopolitana

La Prealpina - 17/09/2022

La Ciclo-metropolitana diventerà presto una realtà: a dare gli ultimi aggiornamenti sull’ambizioso progetto intercomunale è stato l’altra sera l’assessore alla mobilità Franco Casali durante un incontro organizzato dal Comune all’auditorium della scuola media “Aldo Moro”, che in realtà non ha visto grande partecipazione. Ma tant’è. Il focus si è concentrato in particolare su due interventi che sono imminenti.

Il primo è il nuovo collegamento ciclabile e pedonale sino alla frazione Introini del vicino Comune di Solaro, che passerà dalla via Vecchia per Solaro sistemando meglio anche le aree sosta sul territorio di entrambi i Comuni. «Intanto abbiamo ottenuto anche la disponibilità dalle ferrovie, in comodato, della tratta ferroviaria dismessa dell’ex-Saronno Seregno – ha spiegato Casali – che potrà essere un percorso alternativo da realizzare guardando in particolare ai fondi del Pnrr che potrebbero appunto arrivare per quel che riguarda gli interventi relativi alla mobilità dolce». L’obiettivo dell’amministrazione del sindaco Augusto Airoldi è infatti di ottenere contributi per realizzare ancora altri collegamenti ciclo-pedonali intercomunali. «Anche in questo ambito – ha aggiunto Casali – intendiamo portare avanti una progettazione che possa essere il più possibile condivisa con gli altri Comuni del comprensorio, avvalendoci della collaborazione di tecnici esterni per elaborare i progetti».

Altro progetto che partirà a breve è quello riguardante il sottopasso ciclo-pedonale di via Milano, nella zona del cimitero che verrà demolito e rifatto al fine di renderlo più agevolmente utilizzabile.
Un progetto che s’inserisce in altri futuri interventi, previsti verso Caronno, con i percorsi che sono già stati realizzati all’interno del Parco Lura e in direzione del centro, nell’ambito del restyling della linea ferroviaria. L’obiettivo è in sostanza quello di attuare degli interventi mirati a migliorare l’accessibilità del sottopasso ciclo-pedonale (attualmente parecchio ripido e di conseguenza di difficile utilizzo da parte dei ciclisti), agevolando il collegamento da un lato tra le vie Milano e Morandi e dall’altro (verso il centro) con la vicina via Garibaldi, con una nuova segnaletica orizzontale e verticale. L’assegnazione dei lavori in appalto (mezzo milione di euro in totale finanziati con fondi ministeriali) dovrebbe avvenire nel giro di un mese: ad essere realizzato per primo sarà il collegamento con Solaro, dove l’idea è di prevedere anche il limite di 30 chilometri all’ora.