Saronno – Case, negozi e nuove strade

La Prealpina - 11/05/2020

C’era stata anche l’ipotesi di giungere
a una sua riattivazione, perché in zona di strutture simili non ce ne sono, ma infine è stato quasi completamente demolito per fare
spazio a una globale risistemazione di tutta quell’area:
il riferimento va all’ex tiro a segno di via Varese a Saronno (nella foto).


La palazzina che costituiva la club house del complesso è stata già abbattuta, non resta molto neppure della parte dedicata al “tiro“, non
più in uso da molti decenni.
Divenuto nel corso del tempo di proprietà comunale,
l’ex tiro a segno sparirà per fare posto ad alcune opere
viarie che renderanno più snello il traffico e più sicuro
il passaggio delle auto in un punto nevralgico della circolazione cittadina; e per risistemare quella vasta area cittadina, da tempo in disuso.

Alle spalle del tiro a segno c’era anche un complesso industriale abbandonato, di proprietà privata.
In passato l’ipotesi dell’Amministrazione civica,
sindaco era Pierluigi Gilli, era stata quella di riutilizzare il complesso per realizzare la nuova sede del comando carabinieri, si era
pensato a una soluzione simile a quella che si sta concretizzando nella vicina Uboldo, ovvero a un edificio “operativo“, per la caserma vera e propria, e alle spalle anche alla costruzione di una palazzina residenziale per i militari. Si era arrivati al progetto ma poi l’intervento non era mai decollato ed era stato infine accantonato.


Non sarà riproposto: l’attuale amministrazione, con
il sindaco Alessandro Fagioli, ha pensato a una soluzione differente. Per quanto concerne quel comparto, come specificato dall’assessore comunale all’Ur banistica Lucia Castelli, è previsto un complesso
multifunzionale, a scopo residenziale e commerciale, con accesso diretto dalla rotatoria esistente e, appunto, con la demolizione dell’ex tiro a segno.

Come spiegano dal Comune «ci sarà un accesso anche da
via Fermi. E per rendere sicura la viabilità, all’interno
del complesso, saranno realizzati attraversamenti
pedonali rialzati».

Una parte delle nuove abitazioni,
per 4000 metri quadrati, sarà messa sul mercato con la
formula della edilizia residenziale convenzionata.
Ci sarà inoltre un percorso ciclopedonale che collegherà via Varese a via Fermi.