Sarà una lunga estate calda. Via al Latin Festival che animerà le serate fino al 31 agosto

BUSTO ARSIZIO – INAUGURATA ieri sera a Malpensafiere la festa più lunga dell’estate: ha preso il via alle 19.30 la quinta edizione di LatinFiexpo: musica, balli, tradizioni, gastronomia che arrivano dal continente sudamericano. Una manifestazione che nelle precedenti edizioni ha visto un enorme afflusso di gente, circa 800mila presenze, a conferma del gradimento della proposta, che richiama persone da tutta la regione. «Quest’anno – fanno sapere gli organizzatori – abbiamo preparato un programma ancora più ricco, con tante novità». IL FESTIVAL latinoamericano accompagnerà con i suoi ritmi, sapori e colori l’estate bustese fino al 31 agosto, 70 giorni all’insegna del divertimento. La kermesse latinoamericana è organizzata da Fam Eventi con il patrocinio del Comune di Busto Arsizio. «È un evento di qualità – dice Paola Magugliani, assessore al Marketing territoriale – l’edizione di quest’anno ha avuto un “assaggio” di recente con il Latin Street Food in piazza Vittorio Emanuele II, che è stato un successo, la conferma che la gente ha voglia di divertimento e di estate, il Festival è anche una grande occasione di socializzazione, di scambio tra culture che appartengono a mondi diversi». Da sottolineare un importante aspetto sociale legato a LatinFiexpo: per tutto il periodo,grazie alla collaborazione con il Distretto urbano del commercio, troverà occupazione (per la gestione dei parcheggi e per altre mansioni) una cinquantina di lavoratori socialmente utili. Ieri il via alla lunga estate latina, tra balli e piatti tipici, occasione per conoscere altre culture attraverso la musica, la gastronomia, l’artigianato. Quest’anno sono 7 le aree destinate al ballo, la novità è quella denominata “Mix dance” in cui si incontrano il liscio e le danze caraibiche, otto quelle gastronomiche che propongono un saporito tour alla scoperta delle ricette dei vari Paesi presenti, dal Messico al Cile. Una manifestazione che vuole offrire occasioni di svago a tutti, quindi non mancano le iniziative per le famiglie con i bambini, proprio per questo è stata rinnovato e ampliato lo spazio per i bimbi. Se per gli appassionati di musica e balli latini sarà un’occasione da non perdere lunga tutta l’estate, i residenti del rione Sant’Anna temono di dover convivere con troppo rumore o schiamazzi da parte di chi se ne va dalla festa a notte fonda, situazione segnalata già nelle passate edizioni. Gli organizzatori, tenendo conto delle richieste dei residenti, hanno provveduto già l’anno scorso a intervenire sugli impianti che diffondono la musica. Per l’edizione che ha preso il via ieri sera fanno sapere: «Ci siamo dotati di nuovi sistemi per ridurre l’impatto dei suoni all’esterno della struttura». Quindi la situazione dovrebbe essere migliore rispetto alle passate edizioni. «Speriamo…», dicono i cittadini di Sant’Anna pronti a verificare che gli interventi adottati siano efficaci. © RIPRODUZIONE RISERVATA