Salute e gusto insieme, il gran galà celebra la pizza senza sensi di colpa

Varesenews - 04/05/2017

Grani antichi, farine di riso venere e persino una pizza dolce allo yogurt sono stati i veri protagonisti, martedì 2 maggio, del Gran Galà della pizza, l’ormai tradizionale evento ideato oltre dieci anni fa dall’Associazione Pizzaioli Varesini, in collaborazione con Aime e l’Istituto Alberghiero de Filippi.

Un evento che celebra il piatto italiano più conosciuto al mondo, che a Varese vede come “testimonial” un protagonista nazionale:  il Presidente dei pizzaioli Varesini, e pluricampione del mondo di pizza, Leo Coppola.

Coppola ha preparato, con il suo staff,  quattro tipi di pizze particolari puntando sulla salute e sui nuovi trend alimentari: dalgrano antico per la tradizionale margherita, alla farina multicereali integrale per una pizza alle verdure miste, una farina di frumento e riso nero venere per una pizza nera con il prosciutto di Praga e per finire unapizza dolce allo yogurt e frutti di bosco realizzando un impasto a fermentazione spontanea senza aggiunta di lieviti.

Risultato: un successo straordinario, oltre 250 commensali, che hanno potuto degustare le quattro pizze ed assistere all’altrettanto tradizionale spettacolo di pizza acrobatica del team Pizza Champions. «Il livello più alto, per qualità e servizio, mai registrato nei galà della Pizza» ha commentato il direttore di Aime, Gianni Lucchina.

ANCHE IMPRENDITORI E ISTITUZIONI OSPITI AL GRAN GALA’

Aime è stata di supporto operativo all’Associazione Pizzaioli Varesini, ed ha partecipato con la sua Giunta e il suo direttore Gianni Lucchina, e con alcuni dei suoi più noti associati da Ugo e Piero Fantinato a  Marco Colombo.

Ma molti erano gli imprenditori ospiti, tra i quali spiccava  il titolare dell’azienda novarese Igor, dottor Leonardi, una delle più importanti realtà italiane di produzione del gorgonzola.

Naturalmente, tra gli ospiti c’era anche il Rettore dell’istituto De FilippiGiovanni Baggio. Ma c’era anche  il Sindaco di Varese, Davide Galimberti, il Presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Albertini, il Vice Presidente della Provincia Marco Magrini e il Sindaco di Lozza, nonché Consigliere Provinciale con delega al Bilancio,Giuseppe Licata, oltre ad alti rappresentanti della Guardia di Finanza, dell’Ispettorato del lavoro e di molti altri enti pubblici.