Sacro Monte in mostra Tutte le cappelle aperte

La Prealpina -

Quattordici cappelle per dodici mesi, un anno raccontato attraverso l’arte del Sacro Monte.

Dopo l’apertura nel periodo delle festività natalizie e di inizio anno del terzo tempietto della Via Sacra, quello dedicata alla Natività, tutte le cappelle saranno presentate e al pubblico come mai era stato fatto prima d’ora, ovvero senza la barrtiera visiva delle inferriate e delle vetrate di protezione.

Un percorso completo, messo a punto attraverso la collaborazione tra la parrocchia di Santa Maria del Monte, la Fondazione Paolo VI e la società di divulgazione culturale Archeologistics.

Un’esperienza confermata con convinzione, dopo lo straordinario successo di pubblico ottenuto dall’iniziativa di Natale.

«Nei due giorni dedicati alla Natività abbiamo avuto un centinaio di adesioni, praticamente tutto esaurito», spiega Marina Albeni, espoonente di Archeologistics.

«Per consentire una visione adeguata non potevamo riempire le fasce con gruppi da più di venticinque persone alla volta».

Da domenica 5 febbraio, quando saranno aperti i vetri della quarta cappella dedicata alla Presentazione di Gesù al tempio, gli spettatori potranno salire fino a 75. Tre infatti sono i turni previsti: alle 11, alle 15.30 e alle 17.

Un mese dopo sarà la volta della Flagellazione, poi via via fino all’ultimo appuntamento di domenica 19 novembre quando, a poco più di un mese da Natale, sarà ricordata la visita della Madonna incinta alla cugina Elisabetta.

Nel calendario, cinque giornate saranno legate alle feste liturgiche: il 26 marzo sarà aperta la cappella dell’Annunciazione; il 16 aprile, domenica di Pasqua, quella della Resurrezione. Il 28 maggio l’Ascensione, il 3 giugno la Pentecoste, il 15 agosto la cappella dedicata all’Assunzione della Vergine.

«Durante le visite guidate di dicembre e gennaio tutti erano stupiti nel vedere particolari che mai avevano notato prima d’ora, dagli affreschi alle statue», prosegue Albeni. «La reazione principale era un sentimento di grande sorpresa e ammirazione».

Una possibilità che sarà garantita a tutti grazie ai prezzi popolari: 5€ euro a persona per partecipare alle visite guidate, con un formula di abbonamento a 50€ euro per partecipare a tutte le visite.

Le aperture saranno la domenica o nei giorni festivi, con l’eccezione di tre sabati sera di giugno e luglio; in questi appuntamenti, infatti, all’arte sacra si aggiungerà la possibilità di poter ammirare gli interni in una scenografica atmosfera notturna. Per partecipare obbligatoria la prenotazione, telefonando al numero 328-8377206 o scrivendo a info@sacromontedivarese.it o a info@archeologistics.it.

Si attende ancora una volta il sold out, per un’iniziativa che porta sotto i riflettori una delle ricchezze artistiche più ammirate e amate della città, inserita dall’Unesco nel registro dei patrimoni dell’umanità.