Ryanair prepara l’invasione

La Prealpina - 29/05/2017

Se Alitalia fosse costretta ad arretrare il proprio posizionamento sugli scali italiani a causa di problemi finanziari, Ryanair sarebbe pronta a cannibalizzare il vuoto lasciato. La low cost irlandese, di gran lunga oggi la prima compagnia europea per volumi di traffico, sarebbe infatti pronta a dirottare in Italia dalla sera alla mattina venti aerei per andare a compensare le rotte tagliate dal vettore tricolore.

Il programma sarebbe contenuto in una lettera che i vertici della compagnia avrebbero inviato al governo Gentiloni, offrendo la propria disponibilità a garantire voli e rotte aggiuntive in caso di necessità. Anche Lufthansa e easyJet si starebbero muovendo nella medesima direzione con programmi simili, approfittando di un’opportunità che appare unica per accrescere il proprio network. Si tratta naturalmente di indiscrezioni giornalistiche trapelate dai Palazzi romani, che comunque confermerebbero l’Italia come ambita terra di conquista per le compagnie straniere che intravedono interessanti fette di mercato da conquistare.

La dismissione di Alitalia non farebbe altro che accelerare un processo di crescita che per Ryanair prevede per quest’anno un aumento di 4 milioni di passeggeri, arrivando a quota 36 milioni, pari al 13 per cento in più. Nei piani rientra naturalmente anche Malpensa, dove gli irlandesi sono arrivati a dicembre 2015 con le prime quattro rotte, oggi già diventate nove.