Rizzi sospeso, Reguzzoni in aula

Il Consiglio regionale ha preso atto ieri della sospensione dalla carica di consigliere regionale dell’esponente della Lega nord Fabio Rizzi, disposta con Decreto dal Presidente del Consiglio dei Ministri pervenuto al Consiglio regionale venerdì 15 aprile. Il Decreto dispone che il provvedimento di sospensione, che decorre dal 27 gennaio di quest’anno, cesserà la sua validità nel caso venga meno l’efficacia della misura coercitiva in corso nei confronti di Rizzi.

Il Consiglio regionale ha pertanto preso atto della surroga temporanea dell’ex presidente della Commissione sanità.

Al posto di Rizzi in Consiglio regionale subentra Giampiero Reguzzoni,primo dei non eletti nel Collegio elettorale di Varese per la Lega nord.

Reguzzoni, 51 anni, di Busto Arsizio, città dove è assessore, è già stato consigliere regionale della Lega dal 2000 al 2005. Ha ricoperto la carica di vicepresidente della Commissione per l’Europa. E’ stato membro anche delle commissioni Territorio, Sanità e Bilancio.

Sempre ieri il Consiglio regionale ha approvato una legge di riforma della legge sul commercio, che precisa definizioni e norme di funzionamento di mercati, sagre e fieri. Il provvedimento, di cui è stato relatore il consigliere Fabio Rolfi (Lega nord), ha come obiettivo quello di «contrastare l’abusivismo e tutelare i consumatori». Sono stati 51 i voti a favore da parte della maggioranza di centrodestra e del Pd, 10 quelli contrari da parte del Movimento 5 Stelle e Fuxia People, 6 le astensioni del Patto Civico e del consigliere Fabio Altitonante (Forza Italia).

Le nuove norme regionali introducono definizioni specifiche per mercati straordinari e sagre, prevede l’istituzione del calendario regionale per un monitoraggio delle manifestazioni, introduce la verifica della conformità urbanistica delle aree utilizzate, dispone per i Comuni la stesura di un regolamento delle sagre.