Rivoluzione InfoPoint Arriva l’era turistica 2.0

La Provincia Varese - 29/08/2017

Oltre 5,3 milioni di euro per rilanciare gli Infopoint. La rivoluzione per gli sportelli turistici è promessa da Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lombardia. Una novità che ovviamente riguarderà anche il Varesotto e soprattutto le località maggiormente turistiche, come quelle in riva ai nostri laghi. Ma quali saranno le novità? In primo luogo ci sarà una classificazione sulla base delle diverse tipologie: la rete sarà composta da Infopoint standard, strutture permanenti nei Comuni capoluoghi di provincia e località turistiche; gate, strutture localizzate negli aeroporti, stazioni ferroviarie, infrastrutture stradali e autostradali; flagship, strutture localizzate nelle destinazioni turistiche; diffusi, che integrano la rete al fine di garantire la massima copertura territoriale e possono avere carattere permanente o temporaneo. Non solo informazioni I servizi erogati saranno le informazioni turistiche (eventi, orari, attrazioni, itinerari), info su 24 ore tramite totem con touchscreen o altre tecnologie interattive; disponibilità di materiale informativo e promozionale del territorio; disponibilità di connessione wi-fi (anche eventuale vendita sim e noleggio device wi-fi portatili); servizi di prenotazione biglietti musei, trasporti locali, spettacoli e vendita biglietti. Negli Infopoint flagship sono inoltre previsti corner per la promozione del territorio e vendita merchandising e prodotti tipici, videowall per rappresentazione di video promozionali e postazioni per visione video 3D. Una volta a regime gli Infopoint standard assicureranno gradualmente orari di apertura al pubblico per non meno di 56 ore settimanali, compresi i giorni festivi. Maggiore disponibilità dovrà essere assicurata in occasione dei periodi di maggiore afflusso. Sbocchi professionali E si aprono anche scenari interessanti, per quanto riguarda la nostra provincia, sul fronte occupazionale. Gli addetti dovranno infatti possedere il diploma di scuola superiore e conoscere almeno due lingue straniere e saper operare con gli strumenti informatici e telematici. Sono previsti infine corsi di formazione. Per avere un’idea di ciò che nel prossimo futuro diventerà una realtà diffusa anche nel Varesotto è possibile già oggi visitare il nuovo Infopoint Flagship operativo a Rho all’ingresso della Porta Est della Fiera, dove è possibile fare esperienze di visita in 3D attraverso Oculos e Cardboard: la Lombardia in Virtual Reality. È inoltre presente un’area lounge, un’area In BICI #inLombardia, nella quale è possibile pedalare con due biciclette su rulli accompagnate da monitor che consentiranno di immergersi negli itinerari cicloturistici lombardi, e un’area dedicata al turismo enogastronomico, #saporeinLombardia. Infine è prevista l’area dedicata a #ilPassaporto della Lombardia: un documento personale per collezionare le proprie esperienze di viaggio nella nostra regione da farsi timbrare, per ogni destinazione visitata, presso gli Infopoint