Ripensiamo il ruolo di Malpensafiere

-
  • A pochi passi dall’ingresso dell’autostrada A8 e a pochi minuti di auto dall’aeroporto di Malpensa. Sicuramente questi due elementi, in questi anni, hanno contribuito non poco alla crescita di Malpensafiere come polo espositivo di riferimento della provincia di Varese.
  • La pandemia ha colpito duro sulla struttura di Busto Arsizio: annullati tutti gli eventi in calendario. Il che significa una perdita economica – sommata a quella di Ville Ponti a Varese che supera abbondantemente il milione di euro.
    «Di fronte a quanto è accaduto e alla realtà che viviamo oggi – spiega Fabio Lunghi, presidente della Camera di Commercio di Varese che gestisce la struttura – dobbiamo metterci intorno a un tavolo e ripensare a un ruolo diverso per Malpensafiere.
  • Dobbiamo renderci conto che gli eventi espositivi e le fiere non potranno riprendere prima di sei mesi o addirittura un anno. Quello è un centro congressi importante ed è giusto immaginare una funziona differente, magari proprio nell’ottica di contribuire alla sicurezza del territorio ed evitare così un secondo lockdown che sarebbe ssolutamente distruttivo per la nostra economia».
  • La verità è che il presidente della Camera di commercio varesina
    un’idea ce l’ha.
    «Una proposta che mi viene in mente – spiega – potrebbe essere questa: perchè non trasformiamo Malpensafiere, o una parte di essa, in un check point di sicurezza sanitaria per l’aeroporto di Malpensa. Alla ripresa dell’attività in aeroporto la prima tappa per i passeggeri potrebbe essere qui, in modo da velocizzare le operazioni di imbarco allo scalo. Potrebbe essere un progetto che, ovviamente portato avanti in stretta collaborazione con la Ats di Varese, andrebbe anche in quella direzione di rendere Varese territorio sicuro e, contemporaneamente, aiutare la ripresa dello scalo della brughiera, anch’esso duramente colpito dalla pandemia».
  • L’idea c’è, insomma, ed ora è sul piatto. Non resta che avviare le consultazioni tra gli enti coinvolti e verificare se possa diventare realtà e dare una spinta alla ripresa di tutta la provincia.