Riccardo Comerio prende il timone della Liuc

– Non si ferma l’impegno di Riccardo Comerio, presidente uscente dell’Unione Industriali della provincia di Varese, a sostegno dell’economia varesina. Il prossimo 27 maggio passerà il testimone a Roberto Grassi ma, contemporaneamente, assumerà la presidenza della Liuc – Università Cattaneo, in staffetta con Michele Graglia. «Il ruolo di Michele Graglia è stato fondamentale per raggiungere risultati importanti non solo a livello quantitativo, ma anche qualitativo – ha commentato il neo presidente – Il nostro ateneo è ormai un punto di riferimento nel mondo accademico e culturale nazionale. Il mio intento è di proseguire nel solco tracciato da Michele. La strada intrapresa è quella giusta e i numeri lo dimostrano». Sotto la presidenza di Graglia sono stati molteplici i traguardi raggiunti dalla LIUC: primo fra tutti, un incremento della popolazione studentesca dal 2013 al 2019, pari al +27% (fino ad attestarsi intorno alle 2.280 unità). La crescita è ancora più significativa se si analizzano i soli dati delle immatricolazioni, che sono passati dalle 554 unità dell’anno accademico 2013/14 alle 930 dell’anno accademico in corso. «Sono stati per me sei anni bellissimi – commenta il Presidente uscente, Michele Graglia – ricchi di tante nuove esperienze e stimoli intellettuali. I risultati raggiunti, di grande risalto nella storia dell’Università, dimostrano come la condivisione di un progetto, supportata dal forte senso di appartenenza all’istituzione, sia l’unica strategia possibile per un successo di lungo termine. Voglio sinceramente ringraziare tutti coloro che mi hanno affiancato in questo cammino e augurare alla Liuc uno sviluppo sempre migliore nell’interesse, soprattutto, dei molti giovani che dentro queste aule costruiranno il loro futuro e quello del nostro Paese». ©