Riapre il parcheggio sul tetto panoramico

Il tetto dei bagni pubblici alla Prima Cappella era un tempo utilizzato come parcheggio. Parcheggio peraltro panoramico sul lato che si affaccia verso sud. Ora non lo è più: la copertura versa in condizioni precarie. Sopra e sotto: la pavimentazione mostra profonde ferite mentre il solaio è un “colabrodo”, assediato da infiltrazioni d’acqua. Situazione irrimediabile? No. E infatti la giunta comunale, presieduta dal sindaco Davide Galimberti, ha dato il via libera al progetto di fattibilità tecnica ed economica per sistemare la “balconata” e ripristinare una decina di parcheggi. Il costo complessivo dell’intervento sfiora i 200.000 euro. Il cantiere potrebbe aprirsi già nei prossimi mesi; l’opera infatti è inserita nel piano triennale dal 2017 al 2019. Il fatto che sia già pronto il progetto preliminare, lascia supporre un iter spedito verso il piano definitivo e quindi l’appalto dei lavori. Nella relazione che accompagna il piano, è indicata una previsione dei tempi: tre mesi. Ecco le fasi degli interventi: debutto con l’allestimento del cantiere e quindi subito la demolizione della soletta, la rimozione di guaina e gli scavi (questo nelle prime due settimane); a seguire il rinforzo della soletta e la posa della nuova impermeabilizzazione (terza e quarta settimana); risanamento dell’intonaco dei pilastri (dalla quinta all’ottava settimana); pavimentazione in cubetti grigio-rosa (dalla nona alle dodicesima settimana); intonaco delle facciate, sistemazione del solario e quindi chiusura del cantiere (ultimi 15 giorni). Il tetto pensile dei bagni avrà quindi un nuovo assetto per ciò che riguarda la sosta: otto posti, delimitati con strisce, di cui uno riservato ai disabili. L’accesso è da via del Santuario, svoltando a sinistra per chi sale verso l’arco delle Cappelle.