Questura, due nuovi dirigenti e un ritorno

La Prealpina - 10/01/2017

Due nuovi funzionari in Questura a Varese e un nuovo capo per il commissariato di Gallarate. Li ha presentati ieri mattina alla stampa il questore Attilio Ingrassia e per quanto riguarda il dirigente del commissariato, si tratta non tanto di un arrivo in provincia, quanto di un ritorno, dato che Fabio Mondora, che da ieri ha preso il posto di Gianluca Dalfino, è sì reduce da tre anni trascorsi alla Dia di Milano, ma conosce benissimo il nostro territorio dato che è stato al vertice della Digos di Varese dal 2007 al 2014 (prima ancora era stato dirigente per un quinquennio della squadra mobile di Lecco). «Gli anni che ho trascorso lavorando qui sono stati bellissimi – ha detto Mondora – e torno con grande entusiasmo in un territorio cui sono davvero molto legato». Gli altri due funzionari della polizia di Stato presentati ieri sono il vicequestore aggiunto Roberta Toma, che andrà a dirigere la Digos al posto di Gianluca Solla, e il commissario capo Francesco Sammartino, che sostituirà Silvia Carozzo alla guida delle Volanti. Toma, originaria di Lecce, arriva dalla Squadra Mobile di Genova e in precedenza ha lavorato in vari uffici nella Questura di Verbania ed è stata a capo del commissariato di Omegna. Mentre Sammartino, originario di Porto Empedocle, in precedenza ha lavorato nella Squadra Mobile di Agrigento: «Sono al mio primo ruolo da funzionario e garantirò la massima determinazione e il massimo impegno», ha spiegato ieri alla stampa.