«Questi eventi sono una garanzia»

Provinciadivarese.it - 23/09/2016

Sono giorni di avvicinamento molto intensi e complessi per Renzo Oldani e per tutti gli organizzatori della Tre Valli: con l’istituzione della Gran Fondo raddoppiano gli sforzi, la fatica aumenta, ma il traguardo è vicino. Partendo proprio dalla Granfondo, affrontiamo con Oldani un discorso che parte dal “mondo Tre Valli” ed abbraccia una città intera. Una città che si fregia di una realtà come la Varese Sport Commission, che ha avuto un ruolo molto importante in questi ultimi mesi.

Qual è il rapporto tra Società Ciclistica Alfredo Binda e Varese Sport Commission?

Per quanto riguarda la Granfondo, direi che la Varese Sport Commission ha avuto un ruolo basilare, nei contatti e nei rapporti con la Camera di Commercio, si è creato un indotto, un fil rouge, tra imprenditori, commercianti ed albergatori. Sarà importantissimo ad esempio avere i collegamenti con i Bike Hotel, ma comunque raccoglieremo in questi giorni un risultato molto importante per gli alberghi, andando a coprire oltre mille posti letto. Tantissime sono infatti le persone che arriveranno da fuori, sia per la Granfondo che per la Tre Valli.

Un territorio, il nostro, può solo continuare a crescere grazie a manifestazioni come questa: in che modo?

Anche a livello mediatico, quest’anno si registra un impatto mai così importante. Questo è un dato di fatto leggibile e ci avvicina sempre di più alle grandi realtà del ciclismo. Anche se l’Uci ci ha rimandati di un anno, la Tre Valli sta crescendo a vista d’occhio. A Varese ci saranno tour operator da tutto il mondo, che sosteranno qui per i tre giorni. Il risultato della Granfondo, ad esempio, ci ha sorpresi. Pensavamo fosse un successo arrivare a 450-500 iscritti, invece siamo già a 1500 e non è finita. Quando una manifestazione così è legata ad un territorio, più che ad un nome, è una garanzia.

La Granfondo e la Tre Valli potrebbero aiutare Varese ed il territorio a fare un passo in più verso un’idea di città sostenibile e a misura di bicicletta. É veramente possibile?

Verrà inaugurata mi auguro presto la nuova pista ciclabile che va dalle stazioni al lago. Tra gli sponsor della Tre Valli infatti c’è Ferrovie Nord, che sta costruendo delle velo-stazioni. Un grosso passo avanti nella mobilità, una sensibilizzazione all’uso del mezzo compatibile con il territorio, che è sempre più intasato dalle automobili. Deve esserci una educazione al cittadino per l’utilizzo di mezzi alternativi, e la Tre Valli può essere il viatico perfetto per far passare questo messaggio.

Quindi, tra Varese Sport Commission e Tre Valli sembra esserci tanta carne al fuoco, presente e futura.

Sì, io sono membro della Varese Sport Commission e mi accorgo di quanto può essere importante per il territorio, a partire appunto dalla Tre Valli. In qualità di membro dò il massimo, dobbiamo solo trovare il modo di essere più autorevoli nei contatti con le amministrazioni e le istituzioni

.

Veniamo al tecnico, però: che Tre Valli ci aspetta?

Ci hanno da poco confermato la presenza ufficiale di Nibali. Non mi sembra vero, anni fa avremmo dovuto fare ponti d’oro per avere un corridore come lui. O come Gilbert, Pinot. Il salto di qualità è sotto gli occhi di tutti.