Quattro giri intorno al lago, sui pedali e a tutta velocità: è la 100 Km di Varese

Saranno oltre 300 i corridori che domenica 3 marzo si daranno battaglia a suon di pedalate sulle strade che circondano il Lago di Varese nella prima edizione della “100 Km” di ciclismo, corsa creata per festeggiare i dieci anni di attività di una squadra amatoriale del territorio – la Newsciclismo.com – che tra i tanti soci e appassionati conta anche qualche ex professionista come Daniele Nardello e Antonio Santaromita.

Una gara agonistica (si corre sotto l’egida dell’ACSI) dedicata al ciclismo amatoriale e aperta – è bene specificarlo – ad atleti aderenti o alla Federazione o a uno degli enti di promozione sportiva riconosciuti, e quindi in regola con certificato medico e copertura assicurativa. Insomma, sarà battaglia vera e non una pedalata promozionale: chi perderà le ruote dei gruppi principali finirà fuori gara.

 

La prova è stata presentata questa mattina – martedì 26 febbraio – nelle sale della Camera di Commercio grazie alla partecipazione della Varese Sport Commission che sostiene questa e altre manifestazioni in grado di attrarre sul territorio provinciale un turismo legato alle discipline sportive. «Una delle particolarità della “100 Km di Varese” è quella di non assegnare premi» spiega Sergio Gianoli, il vulcanico giornalista che ha ideato molte delle manifestazioni ciclistiche organizzate dalle nostre parti.

Il perché è presto detto: i fondi raccolti con le quote di iscrizione saranno devoluti in beneficenza. «Due anni fa un nostro caro amico e ciclista, Matteo – i dettagli sono volutamente omessi per motivi legati alla privacy – ebbe un malore mentre si trovava in sella e da allora non si è più ripreso» racconta Alessandro Locatelli, presidente di Newsciclismo.com oltre che atleta amatoriale di buon livello. «Oggi Matteo è ricoverato in una casa di cura attrezzata e in grado di gestire una situazione simile, ed ha sempre vicino la sua famiglia. Noi speriamo con questa raccolta fondi di mettergli a disposizione qualche possibilità in più sulla strada della riabilitazione: è stato compagno di squadra di molti di noi, e quando lanciai la proposta di una gara simile a dicembre, tante società ciclistiche e tante persone hanno aderito immediatamente e ci hanno affiancato nell’organizzazione».

Locatelli elenca i vari gruppi e personaggi “amici” della 100 Km: «SC Borsano, Ternatese, Team Macaco di Milano, Mister Paper, Domenico Iannone, Arcisatese, Valceresio Bike, la squadra di Crosio della Valle. Ci saranno alcuni premi offerti da All4Cycle, Cicli Ambrosini ed Ncr Occhiali ma come detto non saranno assegnati ai primi in classifica, bensì verranno estratti a sorte. A esprimere la propria disponibilità anche il Comune di Varese per bocca dell’assessore Dino De Simone oltre naturalmente alla “S.C. Binda” con i suoi vertici, Renzo Oldani e Roberto Casnati, che garantiscono un appoggio organizzativo importante con l’appoggio dei motociclisti e della Polizia Stradale.

La “100 Km” avrà il proprio quartier generale al centro sportivo di Calcinate degli Origoni, la frazione di Varese che si trova tra Masnago e la Schiranna. Lì ci sarà il ritrovo – aperto dalle 8 – ma anche la partenza e l’arrivo. Due gli start con Filippa Lagerback chiamata a sventolare il “via”: alle 9,45 scatteranno gli atleti delle fasce d’età tra i 19 e i 44 anni (suddivisi in quattro classi); alle 9,55 circa la partenza dedicata ai corridori dai 45 anni in su e alle donne. In questo gruppo ci saranno anche due ex “pro” come Daniele Nardello e Antonio Santaromita oltre a Valentina Carretta che ha lasciato la massima scena del ciclismo femminile con in carniere una vittoria tra le Elite e una presenza ai Mondiali nella gara in linea. «Ma tra gli iscritti ci sono molti corridori forti del mondo amatoriale, compresi alcuni campioni d’Italia nella propria categoria e qualche straniero con palmares importante» segnala Locatelli.

Il percorso prevede un tratto ad andatura turistica tra Calcinate degli Origoni e la Schiranna: a quel punto andrà effettuato per quattro volte il giro del lago di Varese in senso orario (da Capolago-Buguggiate in direzione di Gavirate). Al termine della quarta tornata i corridori dovranno però affrontare 1.100 metri di salita, quella che riporterà il gruppo dal lago a Calcinate degli Origoni dove ci sarà l’arrivo.
Importante una nota sulla viabilità: la corsa sarà scortata dalla Polstrada e supportata da una settantina di volontari a terra. Qualche difficoltà di circolazione ci potrà essere tra le ore 10 e le ore 12,15, ma le strade non saranno chiuse al traffico se non durante il passaggio dei corridori. Dopo la vettura di “fine corsa” dunque, automobili e altri mezzi potranno circolare con delle “finestre” di tempo in attesa della tornata successiva.