Quando la regola è l’eccezione. Confartigianato pronta per il congresso

Varesenews - 12/05/2017

Perché parlare di legalità di fronte ad una platea di 600 piccoli imprenditori? Soprattutto come parlarne e con quali istituzioni?Regole complicate, articolate, farraginose ostacolano le aziende nel loro lavoro quotidiano. Ma anche tutti coloro che lavorano sul territorio. E non solo a Varese.
Pensiamo alla proliferazione della burocrazia e alla lentezza della giustizia civile: mancano i cancellieri e i giudici, le sentenze arrivano dopo anni, nella riscossione dei crediti siamo ultimi in Europa.
LEGGI ANCHE
VARESE – Per costruire l’economia del futuro servono regole chiare e giuste
GALLERIA FOTOGRAFICA
I volti di Confartigianato4 di 41
I volti di ConfartigianatoI volti di ConfartigianatoI volti di ConfartigianatoI volti di Confartigianato
Domenica 14 maggio, dalle ore 11, Confartigianato Imprese Varese ne parla al Centro Congressi Ville Ponti (Varese) con la diffusione in anteprima di alcuni dati su corruzione, lavoro irregolare e abusivismo (in Lombardia e in provincia di Varese) e confrontandosi con un parterre d’eccezione: Lara Comi, eurodeputato e vicepresidente del Gruppo Ppe al Parlamento Europeo, Stefano Glinianski, magistrato della Corte dei Conti e segretario generale dell’Autorità di Garanzia Scioperi e Servizi Pubblici Essenziali, Federico Ninni tenente colonnello , comandante del reparto operativo dei carabinieri Varese, Alfonso Sabella, magistrato, già sostituto procuratore del pool antimafia di Palermo di Gian Carlo Caselli ed ex Assessore alla legalità del Comune di Roma, Roberto Sommella, giornalista esperto di finanza pubblica e di politiche europee, direttore delle Relazioni Esterne dell’Antitrust, Franco Vazio, vicepresidente della II commissione (Giustizia) della Camera, colonnello Francesco Vitale, comandante provinciale Guardia di Finanza di Varese. Modera Franco Ferraro, caporedattore di Skytg 24.

Competitività significa liberare le risorse delle imprese, soprattutto quelle di piccole e piccolissime dimensioni, in un contesto di libero mercato e di regole chiare, semplici e costruttive. Alla tavola rotonda, Confartigianato Varese cercherà di capire come si possono combinare regole ed economia, come si possono contrastare i fenomeni di mancato rispetto delle regole che sfociano nell’illegalità, e come si può aprire un dialogo fattivo tra pmi e istituzioni.