Pulizie in aeroporto, ora anche la Cisl dà battaglia

La Prealpina - 09/11/2016

Si allarga il fronte sindacale contro Romeo gestioni, la società che ha in gestione le pulizie in aeroporto. Non soltanto le sigle di base ma anche Fisascat Cisl, che siede al tavolo della trattativa, si trova in disaccordo con l’atteggiamento della Romeo che, denunciava soltanto pochi giorni fa Adl, per rientrare nei parametri di un appalto vinto con un notevole ribasso ora sta scaricando oneri e costi sui lavoratori.

«La Fisascat Cisl – spiega la rappresentante territoriale Anna Cariano – non ha sottoscritto l’accordo integrativo e aprirà i contenziosi, perché di fatto sono peggiorate le condizioni dei lavoratori di Malpensa. L’accordo sottoscritto con Cgil e Uil nel passato garantiva, oltre al pagamento del premio legato alla presenza, il parcheggio per tutti.

Purtroppo la Romeo, nonostante l’appalto prevedesse questi oneri che si è accollata con l’aggiudicazione, è venuta meno agli impegni presi. La cosa più grave è che Sea, il gestore aeroportuale che ha appaltato il servizio, pur essendo a conoscenza, fa finta di nulla». Il sindacato ricorda che il parcheggio in aeroporto non è un lusso, ma una necessità. Costando 700 euro all’anno, per una addetta alle pulizie è una mensilità. Oltretutto raggiungere il posto di lavoro in auto è spesso una scelta obbligata, in quanto i mezzi pubblici e gli orari sui turni spesso non consentono di arrivare agevolmente in aeroporto in treno o in pullman. «La Fisascat – conclude Cariano – non starà a guardare questo scempio e l’assenza di chi dovrebbe vigilare sulla correttezza e il rispetto di quanto espresso in fase di gara».