Profumi d’oriente tra gli stand di MalpensaFiere

La Prealpina - 13/05/2022

Una riproduzione dei famosi “Guerrieri di terracotta”, varie statue del Budda, campane tibetane o tappeti persiani: sono solo alcune delle attrazioni che, per i prossimi due fine settimana, saranno protagoniste a Malpensa Fiere. Il polo fieristico bustese, infatti, il 14 e 15 maggio e nei giorni del 21 e 22 di questo mese (con pausa infrasettimanale) ospiteranno il “Festival dell’oriente”, la famosa rassegna che celebra prodotti, tradizioni e cultura dell’Asia. La kermesse è stata presentata ieri in via XI Settembre, dove si sta lavorando a pieno ritmo per allestire gli stand in tre padiglioni. Ci saranno mostre, bazar, gastronomia tipica, spettacoli, cerimonie tradizionali, danze e arti marziali, convegni ed un’area dedicata al benessere. Si attendono almeno 10 mila visitatori per ciascuna delle quattro giornate.

«Sono molto contento di questo evento a Busto Arsizio – commenta il sindaco Emanuele Antonelli -. I numeri del Festival d’Oriente alle precedenti edizioni a Milano sono davvero importanti. Ci voleva una ripresa delle attività dopo i lunghi stop della pandemia. Ora le fiere stanno riprendendo e spero che anche questa iniziativa possa andare bene». Le basi per una buona riuscita non mancano di certo. Per la città bustocca si tratta di una novità, e i numeri delle passate edizioni parlano appunto di circa 10 mila presenze giornaliere ma con punte fino a 20 mila. Non c’è un identikit del frequentatore tipico del Festival, ma di certo la fiera orientale piace alle famiglie, ai giovani ed anche alle coppie, magari attirate dai menù orientali.

«Ci attendiamo grandi presenze – commenta Mauro Vitiello, presidente di Promovarese srl – anche per quello ci saranno dei parcheggi “extra”. Malpensa Fiere si sta prodigando affinché questo spazio fieristico torni ai livelli del passato e fino ad agosto gli spazi sono già bloccati per varie manifestazioni». In tutto saranno rappresentati ben 18 paesi asiatici e meritano una citazione soprattutto quelli che presenteranno gastronomie tradizionali come Giappone, Tailandia, Vietnam, Cina, Cambogia, Sri Lanka, India, Tibet e Filippine. Oltre agli stand ci saranno pure quattro palchi per spettacoli con canti e balli tradizionali. Tutto il programma si trova sul sito internet www.festivaldellorientemalpensa.it. Il biglietto di ingresso costa 13 euro (ed è acquistabile anche on-line con il supplemento di un euro).