Primo viaggio della navetta per Malpensa

La Prealpina - 03/07/2017

Sabato 1 luglio, piazzale Trieste: alle 7 di mattina è Barbara la prima passeggera della nuova navetta che unisce il capoluogo a Malpensa. «Finalmente anche Varese ha il collegamento con il suo aeroporto», dice la varesina soddisfatta prima di salire a bordo, destinazione Brughiera. Altri utenti si sono prenotati per i mesi vacanzieri di luglio e agosto e il sito dedicato ha raggiunto ben 823 click nei primi quattro giorni. Debutto interessante per il nuovo collegamento diretto (due volte al giorno in entrambe le direzioni, dal piazzale delle Ferrovie dello Stato) che rientra nel progetto Varese4U. Salpata per valorizzare i beni Unesco della provincia di Varese, la navetta permette di collegare la Città Giardino sia con il Terminal 1 sia con il Terminal 2 dell’aeroporto intercontinentale. Quattro le “corse” in programma in questo periodo sperimentale, ma sono destinate ad aumentare durante l’anno.

«Un collegamento diretto con Malpensa è un passaggio importante per il nostro piano di sviluppo strategico per il turismo – aveva già sottolineato il sindaco di Varese Davide Galimberti -. Con i due siti Unesco tra il lago e la montagna, Varese è un vero hub per chi vuole passare dei giorni tra relax e arte. Abbiamo tante proposte valide per ogni genere di esperienza che vuole vivere il turista. Inoltre, la nostra città è anche un ottimo punto di partenza per chi vuole visitare Milano o andare verso nord nella vicina Svizzera».

Attualmente l’Italia, con 51 realtà, è la nazione che detiene il maggior numero di siti inclusi nella lista dei Patrimoni dell’Umanità. In Lombardia ne sono presenti nove, oltre l’area Mab della Valle del Ticino. Di questi ben 4 sono in provincia di Varese.