Premio Chiara, tocca ai giovani

VARESE Qualcuno si muoverà anche dal bellunese, dalla provincia di Torino e persino da Roma: sono i finalisti del Premio Chiara Giovani, che Giuseppe Battarino (presidente della giuria) e Andrea Giacometti (componente la giuria) incontreranno domani alle 16 alla Libreria Feltrinelli di corso Moro.

Occasione per ascoltare “che aria tira” nel manipolo di ragazzi che, con la baldanza di chi osa andare controcorrente, in piena era tecnologica ripone ancora le proprie aspirazioni nella forza della scrittura. Battarino e Giacometti, (presidente, scrittore, magistrato il primo, giornalista il secondo), assicurano che la qualità dei racconti è molto elevata e ciò fa ben sperare nel futuro delle “patrie lettere”. I lavori sono stati radunati dall’Associazione Amici di Piero Chiara nel volumetto “La porta di casa”, titolo al quale i partecipanti dovevano attenersi. Premiazione a Ville Ponti domenica 22 ottobre ore 17.

Facciamo un passo indietro: al Premio Chiara Festival del Racconto giovedì è stata la serata delle donne. Tante in sala in Villa Recalcati alla presentazione del libro “Il bene delle donne”, che Rizzoli ha edito di recente con le firme della giornalista di “Io Donna” Eliana Liotta (foto Blitz) e di Paolo Veronesi, direttore della divisione di Senologia chirurgica all’Istituto Europeo di Oncologia di Milano. Appuntamento che ha portato alla ribalta diverse problematiche legate al mondo femminile. Liotta ha puntato molto sulla necessità che le donne superino la “paura dello screening”, quella che blocca tante di loro (tre su dieci in Lombardia, ma sette su dieci nel sud del Paese ignorano le chiamate da parte delle aziende sanitarie) ancor prima di sottoporsi ad un’analisi.

«Eppure proprio la prevenzione è l’arma migliore per combattere in particolare il cancro al seno, dal quale ormai si guarisce nella quasi totalità dei casi». Da parte sua, il professor Veronesi ha toccato le problematiche “rosa” nelle varie età, dall’adolescenza alla menopausa, battendo parecchio su quattro punti di forza: non fumare, bere con moderazione, variare l’alimentazione e condurre una vita meno sedentaria possibile.

R.P.