«Potenzieremo il distretto del Commercio»

Con la consulta consiliare per le attività produttive è stato ufficialmente presentato Fabrizio Galli, il nuovo manager del distretto del commercio. Una carica che, dopo le dimissioni di Gianluca Tonellotto, era rimasta vacante. Galli sarà il portavoce del Distretto Urbano del Commercio, e la formalizzazione del suo incarico è stata ben accolta anche dai consiglieri di opposizione Dario Lozito di Ncd, Aldo Simeoni di Fi e Giuseppe Martignoni di FdI. Ma per capire meglio cosa sia il distretto del commercio c’è stato l’intervento del vicepresidente di Ascom, Marco Introini: «Un distretto come quello di Gallarate raggruppa solo i commercianti del centro».

Un cambiamento che si è reso necessario dopo le evoluzioni dei bandi regionali: «Regione Lombardia ha passato sui distretti i bandi che prima erano per il singolo commerciante. Il ruolo del distretto tramite il comune capofila è quello di verificare che le cose vengano svolte con correttezza».

Ma quello gallaratese racchiude al suo interno solo una parte dei commercianti cittadini e questo crea divisioni pericolose: «Non prevedendo l’accesso diretto alle risorse, si creano delle barriere tra le diverse realtà commerciali. Questo crea gerarchie con gli operatori delle periferie, relegati in secondo piano».

Una situazione che necessita di un lavoro intenso: «Le cose dovranno cambiare. Tutti e cinque i bandi a cui abbiamo partecipato ci hanno visti portare a casa delle risorse che abbiamo diviso equamente con le realtà interne del distretto. Ma ci sono anche altre “ categorie” virtuose, come parrucchieri, estetiste, pasticcerie e pizzerie che vogliamo riuscire ad affiliare».

Diverse i tipi di distretto che esistono nel gallaratese: alcuni sono molto ampi e raggruppano anche diversi paesi, mentre «Il nostro è un distretto che coinvolge molte categorie. Poi ci sono i distretti che potremmo definire dell’attrattività, fatti per lavorare sulla componente turistica: il passaggio sul franchising, su cui sta lavorando anche Gallarate, sarà fondamentale».