Pochi tecnici: Confapi investe su scuola e lavoro

La Prealpina - 04/11/2016

Procede a gonfie vele l’alternanza scuola-lavoro di Confapi e Isis “Ponti”. L’Associazione delle piccole e medie industrie collabora con il dipartimento di Meccatronica-Energia dell’istituto tecnico nel progetto Europeo Eu-Duals, cofinanziato dal programma dell’Unione Europea. Ben 17 studenti meccatronici hanno iniziato un intensivo programma di alternanza nelle aziende del territorio. Si prevede un periodo di 8 settimane suddiviso nei mesi di settembre, gennaio e giugno e un rientro pomeridiano durante l’anno.

Alla fine di questa prima fase gli studenti riceveranno una borsa di studio. Fra i promotori, la Cea-Pme, Confederazione Europea delle Piccole e Medie Imprese, la Bvmw, Associazione delle piccole e medie imprese tedesche, l’Adegi, Associazione delle Pmi spagnole, la Confapi e la F-BB, Istituto di ricerca tedesco. Confapi Varese, attraverso il proprio presidente Franco Colombo, ha fortemente voluto questo scambio per trasferire l’esperienza del modello tedesco di collaborazione fra scuola e aziende denominato “Dual System” nei Paesi dell’area del Mediterraneo attraverso il coinvolgimento di istituti scolastici italiani, spagnoli e tedeschi. Successivamente i migliori 11 studenti svolgeranno uno stage di quattro settimane in aziende in Germania associate alla Bvmw, l’associazione delle piccole e medie imprese tedesche a cui fanno capo 160.000 aziende, partner di progetto nonché membro di Cea-Pme che conta 600.000 aziende associate. Con questo progetto gli studenti supereranno di gran lunga la quota di 400 ore di stage prevista dalla riforma negli ultimi tre anni del corso, arrivando a quota 680 ore.

Le richieste di tecnici nel settore della meccanica-meccatronica-robotica è pressante e continua. Molte le richieste di neodiplomati che non ci sono, troppo poche le iscrizioni, nonostante si parli di salari degni di attenzione e di profili di alta professionalità.

«E stiamo parlando di una delle prov