«Più verde e attenzione per i pedoni Varese sarà finalmente europea»

La Provincia Varese -

Non solo il miglioramento della sicurezza e della mobilità.
Il Piano di riqualificazione delle stazioni prevede anche un aumento della vivibilità dell’area, con la creazione di aree verdi, che oggi non esistono. E che saranno realizzate in maniera particolare, come hanno spiegato il vicesindaco Daniele Zanzi e l’assessore all’Ambiente Dino De Simone.
«Caratterizzeremo la zona in modo tale che l’area verde sia un inno alla Città Giardino – ha esordito Zanzi – realizzando una serie di composizioni, che sveleremo successivamente. Sarà una grande sorpresa».
Il vicesindaco sottolinea poi che «l’area delle stazioni, in ogni città, rappresenta il punto di arrivo e quindi il biglietto da visita con cui la comunità si presenta. Seguiremo quindi l’esempio di molte altre città, come quelle svizzere, tra cui mi viene subito in mente Basilea. Ma, ripeto, per ora non voglio svelare di più».
Un elemento che invece Zanzi conferma subito è che saranno installate delle piante in grandi vasi, «in modo tale da realizzare delle “sedute” affinché le persone possano godersi gli alberi, riposandosi un attimo.
Un elemento, questo, che caratterizza molte città europee, ma che a Varese è finora completamente assente». De Simone ha evidenziato come «questo progetto prevede ampio spazio alla pedonalità».
«È un cambiamento molto positivo – continua l’assessore all’Ambiente – perché nell’area troverà posto anche la velo stazione delle biciclette, il punto di partenza di un raccordo di piste ciclabili che andranno a dare una grande servizio a tutta la città».
Il progetto delle piste ciclabili si svilupperà dalle stazioni attraverso il centro e quindi scenderà fino al lago.
Questo è il piano che era già stato presentato mesi fa.
La novità, annunciata ieri da Zanzi e De Simone, è che il Comune parteciperà ad un bando per ottenere il finanziamento per il completamento del circuito ciclabile in direzione Bizzozero, andando quindi a coprire l’altra parte della città, che oggi rimarrebbe scoperta.
Infine, il Piano di riqualificazione assume anche una forte connotazione sociale, grazie alla realizzazione del nuovo Centro Diurno per anziani, che troverà posto in fondo a piazzale Kennedy. A presentarlo l’assessore ai Servizi sociali Roberto Molinari. All’inizio era prevista la ristrutturazione dell’attuale sede di via Maspero.
Con il perfezionamento del progetto, tuttavia, è emerso come fosse più semplice e meno oneroso arrivare alla costruzione di una nuova struttura.
Che andrà quindi a completare il nuovo polo di servizi che troverà posto nell’area interessata dal progetto.