Pista ciclabile da completare Accordo trovato, ora si parte

La Prealpina - 22/02/2018

«Ora, si va spediti verso la realizzazione del tratto di pista ciclopedonale tra Besozzo e Gavirate». Parola di Giorgio Piccolo, presidente della Comunità montana Valli del Verbano, al termine dell’incontro a Villa Recalcati, convocato dal vicepresidente della Provincia, Marco Magrini. Incontro che ha visto la presenza dei rappresentati dei Comuni di Gavirate, Besozzo, Cocquio Trevisago e Caravate. Superato dunque l’impasse che si era venuto a creare tra Comunità montana e Provincia. «È stato un incontro interlocutorio e positivo», ha confermato Magrini. Dichiarazione condivisa da tutti i partecipanti. «Ben vengano questi tavoli -ha continuato Piccolo, presente con il dirigente Giuseppe Menotti- dove tutti hanno la volontà di trovare una soluzione a favore del territorio».

Verrà realizzato subito il tratto da Cocquio a Besozzo e nel frattempo -questa la volontà comune di tutti i presenti- si troverà una soluzione per il tratto che sfocia a Gavirate, che nel progetto originario si intersecava con un corridoio ecologico. «Il Comune di Gavirate -ha spiegato il vicesindaco Massimo Parola- ha assunto una posizione di responsabilità ben precisa per far sì che la pista nella sua interezza, da Besozzo a Gavirate, sia veramente fruibile per poi irradiarsi verso la pista circumlacuale: il nostro può sembrare un passo indietro, in realtà è il contrario. Mentre si realizzerà l’altra parte di tratto, si lavorerà per trovare una soluzione per il nostro, affinché venga creato un percorso comodo, sicuro, nello spirito ecologico».

Soddisfatto Gianluca Coghetto, vicesindaco di Besozzo, per la volontà dimostrata da tutti di voler completare il progetto. «Si è lavorato tutti insieme per il bene comune non rallentando un’opera fruibile da tutti», ha evidenziato Danilo Centrella, sindaco di Cocquio, presente con l’assessore all’Urbanistica Claudio Carniato e il consigliere Gianni Castellini. «Ogni tratto è strategico nella rete della pista ciclopedonale provinciale così ben articolata», ha sottolineato anche il vicesindaco di Caravate, Daniela Mendozza, presente per sottolineare l’importanza sovraccomunale dell’opera.