Piscina, finisce un’epoca

Alla piscina di Moriggia arriva il nuovo gestore: dal 31 marzo Amsc lascia spazio allo Sporting Club Verona, la società che si è aggiudicata il bando di affidamento per un anno. Il passaggio di consegne richiederà probabilmente uno stop di «una settimana-dieci giorni» all’attività, per consentire al nuovo gestore di far partire la macchina. «Ma gli abbonamenti resteranno validi anche per il seguito», assicura l’amministratore unico di Amsc, Maurizio Zenoni. Nero su bianco L’aggiudicazione, dopo tutte le verifiche del caso, è stata messa nero su bianco l’11 marzo scorso. Del resto, delle quattro società che avevano bussato in via Aleardi per un sopralluogo in piscina soltanto una aveva poi depositato la sua offerta per la concessione del servizio di gestione del complesso di Moriggia. Si tratta, come annunciato in consiglio comunale dal vicesindaco Moreno Carù (Partecipate), dello Sporting Club Verona. Che ha proposto un canone di 20mila 50 euro al mese. Vale a dire, appena 50 euro in più rispetto alla soglia minima di 20mila stabilita dal bando di gara. La città dell’Arena Il nuovo gestore, curiosamente, arriva dalla città dell’Arena proprio come la Sport Management. cioè, la società che da tempo ha la gestione della piscina Manara di Busto Arsizio. Anche Sporting Club Verona è specializzata in questo tipo di operazioni, e potrebbe essere interessata a proseguire l’esperienza a Gallarate anche dopo l’anno di gestione, in previsione del bando per il project financing che rappresenta il successivo step per la necessaria riqualificazione dell’im – pianto di Moriggia. Il passaggio di consegne Con una comunicazione diffusa ieri, la multiservizi ha avvisato cittadinanza e utenza che «la gestione diretta, fino a oggi effettuata da parte di Amsc, terminerà con domenica 31 marzo» e che «l’impianto sportivo di Moriggia riaprirà con la nuova gestione, in capo alla società Sporting Club Verona ssd srl, non appena esperite tutte le operazioni di carattere organizzativo e ogni necessità utile a tal fine». In soldoni: non è detto che già dal primo aprile in via Benedetto Croce riapriranno i cancelli con lo staff della società scaligera. I tempi del passaggio di consegne verranno definiti da lunedì in una riunione tra azienda e Sporting Club, «per scansionare» le operazioni relative allo switch dal – l’attuale gestione alla nuova. Gli abbonamenti e le tariffe «La tempistica sarà strettissima, al massimo dieci giorni», assicura Zenoni. «Ai possessori di abbonamenti di vario genere verrà data l’opportunità di utilizzare i parziali residui con la nuova gestione, fino a esaurimento degli stessi». Mentre per quanto riguarda le tariffe, il nuovo gestore avrà un margine d’autonomia all’interno di paletti prefissati. Non è dunque prevedibile uno stravolgimento della politica tariffaria di Amsc. La società gallaratese invita i cittadini a rivolgersi direttamente all’impianto sportivo «per qualsiasi informazione al numero 0331-780137».