Pioggia di fondi ai Comuni per la cultura Un milione e mezzo dalla Regione

La Provincia Varese - 27/09/2017

Una pioggia di quattrini, da Regione Lombardia, per i Comuni medio piccoli della provincia di Varese, da investire nel settore cultura; il “tesoretto” in arrivo dal Pirellone è quantificato in un milione e 687 mila euro. «Dopo i finanziamenti dei mesi scorsi in ambito sanitario e sociale – commenta Emanuele Monti, consigliere regionale varesino della Lega Nord – adesso è la volta di ulteriori risorse da destinarsi ai Comuni varesotti; fondi ottenuti grazie anche alla mia azione politica e riguardanti in particolare Comuni con esigenze di acquistare immobili a fini istituzionali o che necessitano di effettuare interventi per edilizia scolastica o rischio idrogeologico». Nel dettaglio, la Regione finanzierà, tra gli interventi di maggiore rilievo, più di mezzo milione di euro per il Comune di Cuasso al Monte, 270 mila euro per Azzate, 185 mila euro per Cittiglio, 180 mila euro per Castronno, 150 mila euro per Bodio Lomnago e circa 130 mila euro per Arsago Seprio. Ulteriori risorse saranno disponibili per Barasso, per un totale di 25 mila euro, Brusimpiano 70 mila euro, Cunardo 55 mila euro, Inarzo 20 mila euro e Ranco 37 mila euro. «Anche sul versante della cultura – prosegue Monti – la Lombardia di Roberto Maroni sta facendo la sua parte, mettendo a disposizione complessivamente 600 mila euro per la valorizzazione dei beni culturali; anche la provincia di Varese usufruirà di queste risorse, destinate a finanziare interventi urgenti e importanti». Nello specifico, 20 mila euro andranno alla biblioteca di Tradate e una cifra analoga anche per il museo insubrico di storia naturale di Clivio. Quasi 10 mila euro andranno al Comune di Azzate per il progetto di restauro e consolidamento del palazzo municipale, mentre al museo archeologico di Arsago Seprio saranno assegnati oltre 17 mila euro. Ottomila euro andranno invece a Buguggiate per interventi di restauro e 8500 a Rancio Valcuvia per la sala civica polifunzionale, mentre 14.700 euro saranno destinati all’ammodernamento dell’impianto di sicurezza di Palazzo Estense a Varese. «Queste risorse – conclude Monti nel suo intervento – confermano l’impegno della giunta Maroni e del sottoscritto, nei confronti di un territorio troppo spesso dimenticato dallo Stato centrale. La Regione dimostra in questo modo ancora una volta di essere l’unica istituzione che aiuta e valorizza il territorio a differenza del governo centrale e della Provincia, entrambi, guarda caso, a guida Pd». n