Pienone alla Bit , in fiera e anche in rete

Un traffico in rete di 700.000 persone durante i 3 giorni di manifestazione, oltre 1,2 milioni di visualizzazioni sull’hashtag #Bit2019, 43.000 visitatori e 1.900 giornalisti accreditati. Si è chiusa con un bilancio positivo l’edizione 2019 della Borsa Internazionale del Turismo inaugurata domenica a Fiera Milano City dal ministro Gian Marco Centinaio e chiusa martedì.

«E’ stato trasmesso un messaggio importante, oltre ad aver offerto al visitatore un giro del mondo in tre giorni, questa edizione ha condensato tutto quello che un viaggiatore cerca quando deve organizzare una vacanza – ha detto Simona Greco, direttore manifestazioni di Fiera Milano – Il viaggio non è più solo la vacanza costosa ed esclusiva, oggi rappresenta una esperienza unica, indimenticabile e i Paesi presenti a Bit lo hanno capito. Turismo

sostenibile, slow, sportivo, culturale, enogastronomico, Bit 2019 ha lanciato un nuovo paradigma: il viaggio è sentimento».

Alto è stato anche il grado di soddisfazione dei 1.300 espositori in rappresentanza di oltre 100 destinazioni in Italia e nel mondo, oltre 1.500 buyer italiani ed esteri provenienti da 67 Paesi. Più di 7.000 partecipanti sono stati coinvolti nei 141 eventi, integrati da momenti di approfondimento nelle aree specializzate, e alle decine di iniziative di presentazione e formative direttamente organizzate dagli espositori.

Intanto, nel primo mese del 2019 «continua la crescita dei visitatori nella nostra città e nel territorio limitrofo» ha detto l’assessore al Turismo di Milano, Roberta Guaineri.

Secondo i dati riportati dall’assessore milanese, nel primo mese del 2019, in totale, sono stati 713.009 gli arrivi, pari al +6% rispetto a gennaio 2018: 490.283 visitatori nella sola città di Milano (+4% rispetto a gennaio 2018), 174.043 nell’area metropolitana (+11% rispetto a gennaio 2018) e 48.683 nella provincia di Monza Brianza (+3% rispetto al 2018).