Piano Sosta Da giovedì viene attivato il pagamento

La Provincia Varese - 04/09/2017

Da giovedì il nuovo Piano della Sosta di Varese entrerà ufficialmente in funzione. Da quel giorno saranno quindi attivati i parcometri per gli stalli a strisce blu recentemente creati nelle aree dove prima non c’erano. Così come sarà anche attivato “Park&Bus”, ovvero il sistema di parcheggio esterno collegato al trasporto degli autobus a soli 10 centesimi per tutto il giorno. Il Comune ha deciso di aspettare ancora qualche giorno, prima di farlo partire, per lasciare il tempo ai cittadini che necessitano di un pass di richiederlo allo sportello comunale. «Molte persone sono rientrate da poco dalle vacanze e abbiamo voluto lasciare ancora qualche giorno di tempo ai varesini per potersi informare sui cambiamenti e per, chi lo volesse, dotarsi di uno dei pass o abbonamenti a disposizione – dichiara Andrea Civati, assessore alla Mobilità – Da giovedì il piano entrerà in funzione e verranno applicate tutte le novità previste da Varese Si Muove». Lo sportello di Varese si Muove è stato aperto il 21 agosto 2017 e sono già circa un migliaio le persone che si sono rivolte per avere informazioni e hanno sottoscritto una delle opportunità previste. «I numeri crescenti dei rilasci di permessi e abbonamenti – prosegue Civati – in particolare dopo il rientro dalle vacanze, indica che i varesini stanno gradualmente prendendo dimestichezza con le novità e stanno adottando una delle tante opportunità o agevolazioni previste da Varese si Muove». Dunque giovedì verranno attivate le 4 aree in cui è stata divisa la sosta a Varese: area rossa, azzurra, blu e verde con le differenti tariffe per parcheggiare. Saranno attivi quindi anche i parcheggi interscambio Park&Bus, in cui si potrà parcheggiare gratuitamente e al costo di 10 centesimi viaggiare in autobus con un biglietto di andata e ritorno. Saranno posizionati in piazzale De Gasperi, zona stadio, alla Schiranna, in viale Belforte zona Iper e in viale Borri zona Carrefour. «I Park & Bus sono una vera novità per la città – dice Civati – una delle prime sperimentazioni in Italia in cui l’amministrazione fa un investimento così importante per promuovere il trasporto pubblico e la mobilità integrata. Un intervento che farà bene all’ambiente e alla qualità dell’aria soprattutto in vista dell’inverno quando i livelli di smog tenderanno ad aumentare anche a causa degli scarichi delle auto. In tante aree della città previste dal Piano si potrà inoltre parcheggiare con gli abbonamenti Pendolari e Utenti Frequenti. Le auto ibride o elettriche potranno sostare gratuitamente sugli stalli blu». «Quando si mette in atto un cambiamento così radicale in materia di mobilità è normale che ci voglia un po’ di tempo per abituarsi e apprezzare poi i vantaggi che la città avrà in materia ad esempio di qualità della vita, di riduzione del traffico, di risparmio di tempo per la ricerca di parcheggio – spiega il sindaco Davide Galimberti – in particolare quando si devono fare, oggi, provvedimenti che si sarebbero dovuti fare già in passato e si deve recuperare il terreno perso nei confronti di tante altre città che questi cambiamenti li hanno applicati già da diverso tempo. Varese si Muove non è un provvedimento per fare cassa ma al contrario, come sicuramente succederà, il grande successo del Park&Bus porterà l’amministrazione a destinare un’ingente quantità di risorse per questo servizio che migliorerà la qualità dell’ambiente della Città Giardino. La nostra volontà è quella di avere una città più moderna, sostenibile e vicina alle città europee. Una città che incentiva l’utilizzo del trasporto pubblico e integra i diversi sistemi di trasporto su ferro e su gomma. Una Varese che migliora la propria qualità dell’aria grazie alle agevolazioni per le automobili meno inquinanti come le ibride o le elettriche. Nei prossimi mesi inoltre potenzieremo il trasporto pubblico per renderlo ancora più efficiente e a misura di cittadino in modo che possa diventare una vera alternativa all’automobile».

 

Ecco le informazioni sulle nuove aree e sui costi

Ecco come funzionerà la tariffazione nelle nuove quattro aree in cui è divisa la città. L’area Rossa corrisponde alla zona più centrale e la tariffa è di 2 euro all’ora. «L’obiettivo è quello di potenziare la rotazione dei parcheggi disponibili per evitare le lunghe ricerche di parcheggio ottenendo così di avere meno traffico e aria meno inquinata». L’area Azzurra è quella intorno alla zona pedonale di corso Matteotti. Qui la tariffa sarà di 1,50 euro all’ora per la prima ora, 2 euro all’ora per le ore successive. «Anche in questo caso l’obiettivo è quello di per poter aumentare il livello di rotazione delle auto in sosta». L’area Blu corrisponde alle zone intorno ai servizi pubblici più importanti come ad esempio la Questura, l’ospedale Del Ponte e il Tribunale. Il costo orario è di 1,50 euro per la fascia oraria tra le ore 8 e le 13 e di 1 euro dalle ore 14 alle 20. «L’obiettivo in quest’area è quello di rendere disponibili più posti per la sosta per chi accede ai servizi presenti in queste zone di Varese». L’area Verde riguarderà le aree più lontane dal centro della città ma comunque fortemente utilizzate da chi parcheggia la propria auto e poi accede alle principali infrastrutture di trasporto. La tariffa qui sarà di 80 centesimi all’ora. Anche per quest’area si prevede la gratuità della sosta durante la pausa pranzo (13:00-14:00) e la gratuità nei giorni festivi. Parcheggi pendolari Piazza Meucci (riservato in via esclusiva a pendolari), Via Tonale, Via Adamoli (lato interno ex Conbipel), Via Casula (lato interno ex Conbipel), Via Monviso, Via S. Antonio (primo tratto verso stazione Casbeno), Via Cairoli (tratto est di via Carcano), Via Merini, Via Maspero, Piazzale Kennedy. Utenti frequenti Area adiacente il teatro di Varese in fregio alla via Bizzozero, Via Mario Bertolone, Via XXV Aprile fino a piazza Libertà (esclusa), Via Dante, Parcheggio Tamagno, Via Tazzoli, Via Turati, Via Misurina, Piazzale Kennedy, Via Cadore (in corso di attivazione), Via Salvore (in corso di attivazione). n