Piano sosta, Confesercenti: «Tre ore gratis il primo giorno dei saldi»

La Provincia Varese - 19/10/2017

«Vogliamo migliorare il Piano sosta, per renderlo più congeniale alle esigenze dei cittadini e dei commercianti».

Confesercenti Varese ha incontrato questa mattina il sindaco Davide Galimberti e gli assessori Andrea Civati e Ivana Perusin, per chiedere una serie di modifiche al Piano della mobilità varesina.
Sono due le richieste principali avanzate dall’associazione all’amministrazione. Un primo elemento è quello di garantire il frazionamento orario della sosta, in modo tale da pagare i minuti effettivi di parcheggio, mentre in alcuni casi avviene che, a partire dalle 12.31, ci sia da versare una tariffe minima, che va di fatto ad annullare i benefici dell’ora di gratuità della pausa pranzo, dalle 13 alle 14. Un altro elemento è quello «della sosta gratuita nel periodo dei saldi, per un massimo di tre ore, solo il primo giorno dei saldi estivi e invernali, inserendo il numero di targa».
«È fondamentale non creare panico e allarmismo. Se passa il messaggio che i parcheggi sono aumentati di costo non facciamo altro che creare danni all’economia» ha detto il presidente dell’associazione Christian Spada.
E Galimberti ha rilanciato: «A parte il leggero aumento di un centinaio di posti auto nelle strade più centrali, non c’è stato nessun rincaro della sosta in centro rispetto a prima. C’è chi sta creando allarmismo e sta facendo passare messaggi che danneggiano la città.
Mentre il nostro obiettivo, anzi, è proprio rilanciare l’economia e l’immagine di Varese. Cosa che sta avvenendo ed è già avvenuta con un primo passo, ovvero quello di Nature Urbane, che ha dato un forte riscontro positivo.
I dati in mano alla Camera di Commercio indicano come nel mercato immobiliare si stia registrando un trend positivo. Le nostre politiche stanno dando già adesso i propri frutti».