Pedemontana piace Il mercato la spinge

La Prealpina - 04/12/2018

Il presidente di di Autostrada Pedemontana Lombarda, Andrea Mentasti, qualche settimana fa proprio da queste colonne aveva detto chiaramente che è sua precisa intenzione finire il collegamento tra Varee e Bergamo.

Ora, a distanza di un paio di mesi, a dargli ragione sul fatto che l’opera sia necessaria, c’è anche il mercato, vale a dire imprese e mondo finanziario. Sì perchè sono state ben undici le manifestazioni di interesse da parte di operatori economici in forma singola o aggregata, in risposta alla consultazione preliminare di mercato indetta dalla stessa società con lo scopo di acquisire informazioni utili alla definizione e indizione di procedure di gara per il completamento dell’opera.

«Autostrada Pedemontana Lombarda dimostra di essere percepita dal mercato come più solida e credibile sul versante della progettazione e della completa realizzazione dell’opera», ha commentato il presidente Mentasti.

«Da parte nostra non può che esserci piena soddisfazione – ha aggiunto il numero uno della società – per il risultato raggiunto. Autostrada Pedemontana Lombarda ha emesso un avviso di consultazione preliminare non impegnativa rivolta ai soggetti potenzialmente interessati sia per la realizzazione che per il finanziamento dell’opera. Hanno manifestato interesse operatori di primaria importanza sia dal mondo delle costruzioni sia da quello finanziario, a dimostrazione della validità dell’opera e delle realistiche e concrete prospettive di traffico».

Ora lo step successivo è già definito.

«La Società fornirà, quindi, a ogni singolo partecipante – spiega ancora il presidente di Autostrada Pedemontana Lombarda – tutte le informazioni sul processo di realizzazione dell’opera e del suo finanziamento, cercando inoltre di ottenere da ciascun soggetto ogni indicazione utile per ottimizzare il funzionamento dell’iniziativa».

Il mercato, dunque, risponde in modo chiaro alle perplessità sull’opera avanzate nei mesi scorsi anche dal ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli, che aveva detto a chiare lettere di non essere favorevole al finanziamento dell’opera.

Ma la reazione lombarda non si era fatta attendere: si va avanti con il lavoro. Perchè Mentasti in primis ma anche la squadra politica guidata dal presidente di regione Lombardia, Attilio Fontana, sono convinti che, anche nel caso di una analisi Costi/benefici, i secondi sarebbero di gran lunga superiori ai primi. E dunque si va avanti a testa bassa per raggiungere l’obiettivo.

Il crono programma del presidente è preciso. Il suo obiettivo è arrivare a emettere il bando di gara per la gara d’appalto dei lavori entro il primo semestre del 2019.

«Prima finiamo l’opera – ha ribadito Mentasti in più occasioni anche da queste colonne – poi pensiamo ai secondi lotti con le tangenziali».