Pedemontana fallisce? «Incontro con i Comuni»

La Prealpina - 31/08/2017

L’annunciato fallimento di Pedemontana non deve causare ritardi o mancanze nella tutela ambientale: «Chiedo a Regione Lombardia e ad Autostrada Pedemontana Lombarda di organizzare quanto prima un incontro con i Comuni interessati dalle opere di compensazione ambientale connesse al passaggio dell’infrastruttura insieme a Provincia e Prefettura per chiarire a tutti quale sia la reale situazione della società e dare risposte a Amministratori e cittadini sulla realizzazione delle opere compensative».

Così il presidente Gunnar Vincenzi, nel suo ruolo di coordinatore dei Comuni nell’interlocuzione con la Società, la Regione e il Governo, raccoglie l’allarme del territorio ed esprime la grande preoccupazione che quanto dovuto come compensazione per l’impatto che il Varesotto ha subito dalla realizzazione dell’opera possa non realizzarsi a causa del fallimento. «Da quando si è insediata questa amministrazione abbiamo affiancato i Comuni nei difficili rapporti con Pedemontana. Dopo la visita dell’ex presidente Di Pietro a Villa Recalcati eravamo fiduciosi. Ora però la preoccupazione è grande” – continua il Presidente – “Inoltre come Provincia a maggio abbiamo siglato un’intesa in cui Regione Lombardia si è impegnata a far passare la Tangenziale di Varese da Pedemontana ad Anas e a renderla quindi gratuita. Chiederemo un aggiornamento e una puntuale informativa anche su questo».

Il prossimo 11 settembre, infatti, si terrà l’udienza relativa alla richiesta di fallimento di Apl da parte della Procura di Milano. Le notizie in merito a questa richiesta e all’ipotesi di fallimento della società hanno destato moltissime preoccupazioni nei Comuni attraversati.