Parking vuoti? Attorno a Malpensa c’è chi si reinventa facendo tamponi drive in

Malpensa24 - 09/11/2020

La zona rossa non ha messo in ginocchio soltanto Malpensa, ma anche il suo indotto. E per non soccombere, c’è chi ha deciso di reinventarsi. Nei capannoni di Parking Go, uno dei principali parking privati sorti negli ultimi vent’anni attorno all’aeroporto, soltanto lo scorso anno – quello del boom del Bridge – c’erano stipate migliaia di auto. Da ieri 7 novembre invece le auto sono incolonnate all’ingresso. A bordo decine di persone in attesa di fare il tampone rapido. La società di Giuliano Rovelli ha stretto un accordo con Immunocar e The Prevention Suite per trasformare le proprie strutture in luoghi in cui sia possibile effettuare test Covid rapidi in modalità drive-in, con esito in 15 minuti.

Servizio pubblico
Le code che si sono formate a Malpensafiere (e non solo) nelle ultime settimane hanno spinto Parking Go a proporre sul mercato un’alternativa privata. «Con il traffico di Malpensa azzerato abbiamo deciso di riconvertirci con un servizio secondo noi pubblico», spiega Rovelli. «Noi offriamo la nostra piattaforma di mobilità, mentre un’altra società è autorizzata a fare i test».

Come funziona
Al costo di 55 euro si può effettuare su prenotazione il test rapido direttamente dalla propria auto, in totale sicurezza. E’ lo stesso utilizzato per le attività di screening dal Ministero della Salute, assicurano da Parking Go. Il servizio è stato attivamente ieri in forma sperimentale a Malpensa. Da mercoledì 11 si attivano le strutture di Bergamo e Linate e poi a seguire negli altri aeroporti d’Italia in cui è presente il celebre marchio di parcheggi.