Palombella (Uilm): “Alta la guardia su Leonardo e Whirlpool”

«Guardiamo con attenzione al nuovo piano industriale che caratterizzerà il gruppo Leonardo dato che sarà presentato a gennaio del prossimo anno. È importante capire l’equilibrio che si determinerà tra il riassetto delle strutture corporate e quello che riguarderà le divisioni del gruppo guidato dall’ad Alessandro Profumo. Il sindacato metalmeccanico, che incontrerà il ‘management’ dell’azienda il prossimo 11 ottobre si attende un rilancio della capacità produttiva e commerciale di Leonardo. Per dirla in parole povere occorre allargare il perimetro d’impresa». Lo ha detto Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, oggi a Varese. (foto, da sinistra: Francesco Nicolia, segretario provinciale della Uilm, e Rocco Palmbella)

«La divisione elicotteri del gruppo in questione – ha continuato Palombella– gioca un ruolo importante nella visione strategica della nuova direzione aziendale e, giocoforza, lo stabilimento produttivo presente in questa provincia lombarda dovrà avere un ruolo rilevante sia per quanto riguarda il livello produttivo che quello occupazionale. Anche il cambio di vertice avvenuto in questa divisione (il passaggio di testimone tra Daniele Romiti e Gian Piero Cutillo, ndr) rappresenta questa propensione. Inoltre, teniamo alta la guardia anche per quel che concerne il gruppo elettrodomestico della Whirlpool rispetto all’impegno preso dall’azienda, dopo l’acquisizione di Indesit di potenziare i volumi produttivi del reparto forni, facendo rientrare nello stabilimento di Cassinetta di Biandronno lavorazioni che erano state portate in Polonia. Il piano industriale concordato coi sindacati va rispettato».