Palazzo Verbania, ultimi ritocchi Chiara e Sereni nella loro Luino

Manca ormai solo un giorno all’inaugurazione di Palazzo Verbania rimesso a nuovo, dopo oltre quattro anni dalla presentazione del progetto, che riconsegnerà ai luinesi uno degli edifici simbolo del Novecento del paese lacustre.

Sono in corso di ultimazione, infatti, gli ultimi dettagli riguardanti gli arredamenti e l’allestimento dei materiali non solo dell’archivio di Piero Chiara e Vittorio Sereni, ma anche di quelli legati alla storia dell’antico Kursaal.

Oltre agli affreschi riportati alla luce, i visitatori, a partire da domani, potranno scoprire quindi tutti i segreti dei due autori e gli aneddoti legati alla storia di Palazzo Verbania, grazie ai pannelli installati sulle pareti e a numerosi contributi audio-visivi, studiati ed elaborati grazie al contributo di Chiara Gatti, critica d’arte, e di Federico Crimi, storico luinese, senza dimenticare il lavoro dell’architetto Patrizia Buzzi, che ha riportato ai fasti di una volta la struttura che ora potrà diventare a buon diritto un polo culturale di prim’ordine sul lago Maggiore.

Al pianterreno, oltre al book store, vi è la “Sala delle Lanterne”, che potrà essere adibita alle esposizioni, e la sala conferenze; salendo le scale si arriva al caffè letterario, dal quale si raggiunge la terrazza sul lago, ad alcuni spazi destinati ad uffici comunali e al locale centrale, dove è stato installato un pannello con la storia del Verbania stesso. L’archivio dedicato a Piero Chiara e Vittorio Sereni, invece, è ospitato al secondo piano, dove oltre ai 4mila volumi e alle migliaia di lettere di corrispondenza con autori del Novecento, si trova anche una stanza con lo studio di Sereni, che sarà presente al Verbania in modo permanente. Al terzo piano, infine, le videoproiezioni riguardanti i due autori. L’appuntamento con la riapertura, così, è per domani alle ore 11, quando l’amministrazione luinese accoglierà istituzioni ed autorità, tra i quali figura il Governatore di Regione Lombardia, Attilio Fontana, mentre dalle ore 18 la struttura sarà ufficialmente aperta al pubblico.

La mostra con la quale si apriranno le danze sarà “Le Terrazze” del pittore luinese Franco Rognoni.