Palazzo Estense appalta già le prossime feste di Natale

Carnevale non è ancora arrivato ma il Comune pensa già al prossimo Natale. Possibile che ci si muova con così largo anticipo? «Certo, le iniziative vanno organizzate adesso, con un bando che sarà reso pubblico tra qualche giorno e che permetterà agli operatori di mettere a punto la loro proposta», spiega l’assessore alle Attività produttive Ivana Perusin. L’iniziativa ha ottenuto l’imprimatur della giunta ieri mattina, ora la “palla” passa agli uffici che devono mettere nero su bianco i documenti e pubblicare il bando, che probabilmente sarà declinato nella forma di avviso pubblico per l’organizzazione di iniziative commerciali e di valorizzazione del centro cittadino in occasione del periodo natalizio.

Come lo scorso anno, spese praticamente pari a zero per l’amministrazione comunale: dai forzieri di Palazzo Estense non usciranno denari per la progettazione delle manifestazioni. Gli operatori e le associazioni, non sono distanti dai tempi della pubblica amministrazione. Basti pensare che «già un buon numero associazioni ci ha contattato per sapere quando avremmo rese note le direttive del progetto», sottolinea l’assessore. Lo scorso anno si presentarono soltanto tre “joint venture” di enti, per il 2019 l’interesse manifestato in via informale, anche solo chiedendo informazioni sulla questione, è già elevato. Babbo Natale in appalto è una novità introdotta con l’amministrazione di centrosinistra coordinata da Davide Galimberti. Più di un mese pieno di iniziative da “spalmare” sulla città. L’amministrazione comunale dà naturalmente direttive, dice quali saranno le zone da prediligere, il target delle manifestazioni su cui puntare. «Anche quest’anno daremo indicazioni sulle strade e le piazze e sulla tipologia di iniziative che vorremo prediligere, per il resto sta alla fantasia di associazioni ed enti proporre qualcosa di innovativo – spiega l’assessore Perusin -. È stato un grande periodo natalizio, quello che si è concluso, con una città francamente bella, luminosa, ricca di iniziative e con un grande ritorno da parte delle attività commerciali del territorio». Spiega infatti l’assessore Perusin che i commercianti del centro e non solo hanno stimato una presenza di persone in giro per negozi e si spera anche a fare acquisti, superiore a quella degli ultimi dieci anni. «I commercianti hanno detto che la presenza di cittadini nella nostra città non era così elevata dal 2008». Un buon risultato, per il quale ha di certo fatto da traino il villaggio di Natale in piazza Repubblica, con Varese Xmas Village, dedicato prevalentemente ai bambini, al quale va aggiunto l’altro “centro” del villaggio festivo, quello in piazza Monte Grappa, con le 22 costruzioni in legno che hanno ospitato la vendita dei prodotti alimentari artigianali e oggetti da mettere sotto l’albero. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla supervisione di Confesercenti regionale, sede territoriale di Varese, mentre il coordinamento di tutte le iniziative è stato affidato a La Stube di Luca Toninadel.

Quest’anno, naturalmente, tutti i giochi, sono da rifare, con un nuovo “concorso” e la commissione comunale che valuterà le proposte migliori.