Otto sindaci dicono no alla Gran Fondo «Eccessivo disagio per tutti gli abitanti»

La Prealpina -

Troppi disagi al traffico, niente gara ciclistica domenica 1 ottobre sul territorio del Nord della provincia. Questo è ciò che in sostanza alcuni sindaci del Luinese, oltre a quello di Cugliate Fabiasco, hanno scritto in una una missiva indirizzata alla Società Ciclistica “Alfredo Binda” per affermare il proprio “diniego al nulla osta” per il passaggio della Gran Fondo (il percorso nella foto in alto a sinistra) e della Medio Fondo Tre Valli Varesine, prove inserite nel contesto dell’Uci World Series. Una lettera secca, di poche parole, indirizzata anche al prefetto di Varese, Giorgio Zanzi, al questore di Varese, Giovanni Pepè, e alla Provincia, per dire “no” alla gara con un diniego motivato. Gli otto primi cittadini del territorio (ovvero il sindaco di Luino, Andrea Pellicini, quello di Mesenzana, Alberto Rossi, di Germignaga, Marco Fazio, di Montegrino Valtravaglia, Fabrizio Prato, di Cugliate Fabiasco, Angelo Filippini, di Rancio Valcuvia, Simone Castoldi, di Grantola, Adriano Boscardin, ed il vicesindaco di Brissago Valtravaglia, Maurizio Badiali), sostengono di aver segnalato già da tempo che «il percorso di gara, così come riproposto, determina comunque, a causa della sospensione totale e prolungata della circolazione veicolare, un eccessivo disagio per i cittadini di tutto il territorio del Luinese».

Gli stessi sindaci, secondo quanto esprimono nella lettera, avevano già annunciato alla società sportiva organizzatrice anche della corsa professionistica in calendario per martedì 3 ottobre (ma sun un percorso differente) le loro perplessità, soprattutto in ordine alle «diverse esigenze espresse dai Comuni nella riunione del tavolo tecnico svoltasi lo scorso 14 settembre presso il Comune di Luino, alla presenza dei rappresentanti della Società richiedente, dei sindaci e delle forze di Polizia Locale di Luino, Germignaga, Montegrino Valtravaglia, Brissago Valtravaglia, Mesenzana, Cugliate Fabiasco, Rancio Valcuvia e Grantola».

Gli amministratori degli otto Comuni fanno presente poi che «soltanto alcune delle predette esigenze sono state prese in considerazione», motivo per cui i sindaci firmatari hanno ritenuto, «in assenza di ulteriori e sostanziali modifiche del percorso e delle previsioni di interruzioni della circolazione, di esprimere parere negativo al rilascio del nulla osta al passaggio della Gran Fondo e Medio Fondo Tre Valli Varesine del primo ottobre nei Comuni sotto elencati».