«Ora risvegliamo Busto» Un’estate con mille novità

l connubio commercio – cultura – animazione continua a rafforzarsi e il cartellone di Busto Estate ne è la riprova. Il ricco programma è stato presentato ieri nell’aula consigliare alla presenza delle associazioni che hanno contribuito a realizzarlo, fra la soddisfazione degli amministratori comunali.

«I giovedì di shopping serale ora si declinano su tre piazze, tutte riempite di contenuti – annuncia Paola Magugliani, assessore agli eventi – L’offerta è diversificata, con attenzione ai diversi target. Il 4 luglio avremo il tango, il 18 luglio JazzAltro. E poi tante novità, come la Laser Tag. Il LatinFiexpo torna a MalpensaFiere e dal 21 al 23 giugno ci sarà al Museo del Tessile un festival a tema romagnolo. Il sito Busto Eventi riporterà ogni appuntamento e avviamo anche una pagina Facebook come vetrina per diffondere ancora di più il nostro invito a venire a Busto Arsizio. Ringrazio le associazioni per l’entusiasmo e la ricchezza delle proposte».

Manuela Maffioli, sfogliando la brochure di giugno, parte con ironia: «Aspetto di sentir dire che a Busto non si fa niente, che questa è una città morta. Se tutto questo non fosse sufficiente, ci impegniamo a proporre ancora di più. Busto Estate è un contenitore poliedrico cui hanno contribuito anche gli assessori Gigi Farioli e Miriam Arabini. Paola ha l’arduo compito di calendarizzare così tante idee. Cerchiamo di non sovrapporre le proposte, se accade si tratta di generi diversi che attirano pubblico diverso».

Per il fronte cultura sono numerose le realtà in campo, dall’Associazione Rossini a Baldanza, dai Mandolinisti a Musilkademia. «Anche in una stagione in cui prevale lo svago, la cultura offre eventi – ribadisce Maffioli – Sono in campo la biblioteca, il Caffé letterario, Bottega Artigiana con i suoi whorkshop. E avremo una mostra sulle essenza della femminilità. La mostra d’arte Farioli aprirà a palazzo Cicogna, una location importante». BustoFolk rientra nel cartellone, in sintonia con il tavolo delle identità cui appartiene, approfondendo le origini della Gioeubia.

Bruno Ceccuzzi, alla guida del Distretto del commercio, e in rappresentanza anche di Ascom, chiede «vita per il commercio, che passa dall’animazione, da tutti gli aspetti dello stare insieme». «È bello vedere che ognuno si dia da fare e non ci sia una persona sola al comando – evidenzia – Ci mettiamo tutti grande passione, lavorando in squadra».

A consentire tutto questo è sempre la sponsorizzazione di Giorgio Paglini, che ricorda la collaborazione in corso da 25 anni. Il sindaco Emanuele Antonelli lo ringrazia, come tutti coloro che aiutano il Comune durante l’anno e le forze dell’ordine che garantiscono sicurezza: «Il 24 giugno la patronale ci vedrà arrivare a San Michele al teatro Manzoni, con tanta musica e premi per chi fa tanto per Busto. Gli sponsor ci permettono di far conoscere meglio la città. Abbiamo una manifestazione ricca di cose belle e qualificate, che ci distanzia da altre realtà. Dobbiamo risvegliare Busto, cerchiamo di farlo da 2-3 anni. manca ancora qualcosa ma ci arriveremo».