Openjobmetis avanti piano Ricavi a +1,8%

Ricavi preliminari di vendita 2018, avanti piano. Meno brillante rispetto all’esercizio precedente il bilancio della gallaratese Openjobmetis, che ha chiuso il 2018 con ricavi per 594,3 milioni di euro. La crescita su base annua dell’Agenzia per il lavoro dell’amministratore delegato Rosario Rasizza, quotata in Borsa Italiana al segmento Star nel 2015, è stata dell’1,8%. L’anno scorso i ricavi si erano attestati a 583,9 milioni di euro (+26,7 rispetto al 2016). «Nel dettaglio si evidenzia che la crescita è dovuta a un aumento dei ricavi legati all’attività di “somministrazione di lavoro temporaneo” con un +1,6% rispetto al 2017 (quando si era invece registrato un risultato nettamente migliore +26,9%), e a una crescita maggiore degli altri servizi pari al +12,7% rispetto al 2017. Di quest’ultima, particolarmente rilevante risulta essere la crescita rispetto all’anno precedente sia dei ricavi per “ricerca e selezione”(+43%) e dell’outplacement, e cioè l’attività di supporto alla ricollocazione personale (anche in questo siamo di fronte a un +43%)». Ora si attendono le mosse del Consiglio di amministrazione: alla luce dell’andamento aziendale, si valuterà se adottare o meno una politica di dividendi nel breve periodo. A proposito di Cda,è uscito prematuramente di scena il noto banchiere Fabrizio Viola. Preso atto delle sue dimissioni dalla carica di consigliere non esecutivo e indipendente, nonché dalla carica di presidente del comitato remunerazioni, la società gallaratese ha rimpiazzato Viola, che era stano ingaggiato per il triennio 2018-2020, rispettivamente con Alberto Rosati e Alberica Brivio Sforza.