Olimpiadi del turismo

La Prealpina - 12/02/2020

Varese protagonista del turismo sportivo, si prepara alle Olimpiadi invernali di Milano – Cortina 2026. Il presidente della Camera di Commercio Fabio Lunghi (nella foto con Lara Magoni) detta la linea: «La strategia sarà quella di dialogare e lavorare per coinvolgere Varese e il suo Palaghiaccio per gli allenamenti». Non solo. Il biglietto da visita per l’Italia sarà Malpensa: «Puntiamo sullo scalo della brughiera e continuiamo a lavorare fianco a fianco con Sea». Intanto ieri la giornata della Borsa Internazionale del Turismo nello spazio Lombardia è stata aperta dalla Camera di Commercio di Varese che ha illustrato i progetti in cantiere sul fronte del turismo, diventato ormai essenziale per l’economia della provincia. «Tocchiamo ormai il milione e 400mila arrivi e abbiamo circa 2 milioni e 200 mila pernottamenti annui. Una presenza qualificata alla Bit con i suoi 40mila visitatori ci permette di rafforzare la nostra offerta» ha sottolineato Lunghi. «Grazie anche all’impegno di Camera di Commercio attraverso il suo progetto Varese Sport Commission, ma soprattutto alle competenze e alle capacità messe in atto dagli operatori, il nostro territorio si sta sempre più affermando quale luogo ideale per il turismo “active and green”. Siamo una vera e propria palestra a cielo aperto per le discipline di terra, aria e acqua e, tutti insieme, stiamo imparando a cogliere le opportunità di ricaduta economica per il settore della ricettività che questo dono ambientale ci offre». Sono stati presentati i Giochi Nazionali Estivi Special Olympics 2020, che dal 13 al 18 giugno si svolgeranno in provincia di Varese con 3mila atleti impegnati in 18 discipline, coinvolgendo 8mila persone fra accompagnatori e tecnici. Ancora, la tappa sul lago di Varese della Coppa del Mondo di canottaggio: un evento ancor più importante perché si svolgerà alla vigilia delle Olimpiadi di Tokyo, valorizzando ulteriormente la vocazione tutta varesina per una disciplina sportiva che, ogni anno, garantisce almeno 50mila pernottamenti sul nostro territorio. Il 2020 sarà poi un anno speciale per una delle grandi classiche del ciclismo, la Tre Valli Varesine che a ottobre festeggerà la sua edizione numero 100. Hanno anche confermato che ci sarà una nuova gara, al femminile. Tornando sulle Olimpiadi invernali Milano – Cortina, «Giocando bene le sue carte, Varese può essere protagonista anche questa volta. Il nostro territorio ha un asset fondamentale che è il Palaghiaccio, possiamo auspicare che qualche nazio – nale scelga la nostra zona per gli allenamenti», rimarca il presidente Lunghi a margine. «Mi piace ricordare cosa accadde per Milano Expo 2015 quando la delegazione tedesca scelse il nostro territorio per la residenzialità. La situazione è diversa, ma credo che la nostra provincia debba giocare un ruolo chiave».

Magoni: «Varese, piacevole scoperta»

«Varese è una realtà importante della Lombardia, una delle protagoniste del turismo grazie alle sue specificità», spiega l’assessore regionale al Turismo, Marketing e Moda, Lara Magoni a margine della presentazione della Camera di Commercio di Varese ieri mattina allo stand della Regione. «La Città giardino e il suo territorio sono dense di peculiarità con cultura, arte, tradizioni enogastronomiche e sport». Ed è sulle discipline sportive che insiste l’assessore, già campionessa olimpica: «Un driver divenuto sempre più strategico, quello sportivo, capace di attrarre visitatori e valorizzare il turismo locale. Una passione che è diventata negli anni un elemento imprescindibile dell’attrattività dell’intero territorio varesino. Il binomio tra sport e turismo sta regalando numeri davvero importanti, visto che gli ultimi dati dicono che gli arrivi sono oltre 1 milione e 400 mila, i pernottamenti più di 2 milioni e 200 mila». Esperienze uniche dunque a Varese, fra cielo e acqua. «Un lavoro importante sul territorio mi ha portato a conoscere meglio il territorio regionale e in particolare per me Varese è stata una scoperta con la sua capacità di crescita continua», rimarca Magoni, «grazie anche all’aeroporto di Malpensa che la fa da leone. Tuttavia credo che Varese e il suo territorio abbiano ancora molto da dare, perché non conoscono ancora appieno la forza e il potenziale. Una forza che arriva da cultura, con i quattro siti Unesco, natura ed esperienze». Infine, l’assessore Magoni sottolinea: «Dobbiamo continuare a promuovere una visione a medio lungo periodo. Non è un caso che la Lombardia abbia individuato in questo comparto un ambito strategico sul quale puntare per lo sviluppo economico. È una delle nostre priorità favorire in tutti i modi il nostro potenziale turistico, un settore che cresce al ritmo del 3,2%, ovvero 3,6 volte in più della crescita dell’economia italiana».

Contributi per gli eventi

La Camera di Commercio ha annunciato i contenuti del bando Tourism & Sport 2020: «Siamo ormai al quarto anno di fila in cui la nostra giunta – ha spiegato il presidente della Camera di commercio Fabio Lunghi – ha scelto di stanziare risorse a favore degli organizzatori di eventi, manifestazioni e progetti di natura turistico sportiva. Il bando prevede contributi a fondo perduto fino a 10mila euro, riconosciuti in base alle ricadute turistiche a favore delle nostre imprese, calcolate sui pernottamenti». «Uno sforzo che guarda al futuro – conclude Lunghi –, con eventi che presentano Varese come terra attrattiva per chi vuole trascorrere giornate all’insegna dell’“active and green”. Insieme al Varese Convention and Visitors Bureau abbiamo sviluppato alcune proposte che prevedono attività di bici, vela, running, canottaggio, mountain bike, ma anche percorsi motociclistici e tante altri momenti active sul nostro territorio». Un’offerta differente e in costante crescita. Del resto il solo canottaggio vale per Varese 50mila presenze turistiche l’anno. Ieri mattina alla Bit di Milano è stato il momento di presentazione dei ricchi programmi da marzo a dicembre 2020: oltre 60 eventi che toccano ogni angolo del territorio: dalla Città Giardino a Malpensa, da Luino a Busto Arsizio. Da segnare uno dei momenti più emozionanti in vista dei giochi nazionali estivi Special Olympics: la fiaccola olimpica che partirà dal Pirellone per arrivare al Sacro Monte il prossimo 25 maggio.