Numeri da record per Varese Ancora una volta capitale del remo

La Provincia Varese - 15/06/2017

Una vocazione chiara, che continua a ribadirsi e rafforzarsi. Varese e il suo lago si confermano sempre più la capitale del remo italiano: sabato 17 e domenica 18 giugno andranno in scena alla Schiranna i Campionati Italiani Under 23, Ragazzi ed Esordienti, in una kermesse affidata alla nostra città dalla Federazione Italiana Canottaggio, guidata dal presidente Giuseppe Abbagnale. La manifestazione è organizzata dalla Canottieri Varese in collaborazione con la FIC nazionale e il suo comitato regionale, il Comune e la Provincia di Varese, e il sostegno della Camera di Commercio attraverso la Varese Sport Commission. I numeri dell’edizione dei Campionati italiani giovanili alle porte sono da record: ai blocchi di partenza 1012 atleti di 39 società da tutta Italia, 31 in più rispetto alla precedente edizione e record degli ultimi 10 anni per i campionati di categoria, per un totale di 505 equipaggi. La parte del leone è svolta dalle società del nostro territorio, con la Canottieri Varese prima con 45 atleti al via, seguita da Gavirate con 36 e Corgeno con 30. Negli ultimi anni il lago di Varese ha ospitato una lunga serie di appuntamenti nazionali e internazionali di canottaggio: nel 2014 si sono svolti alla Schiranna il Campionato Italiano Assoluto e il Le immagini della conferenza stampa di ieri alla Schiranna Mondiale categoria Under23, mentre sia nel 2015 che nel 2016 si è tenuta una delle prove di Coppa del Mondo. Grazie al campo di regata mondiale, più volte testato e che garantisce condizioni di gara di altissimo livello, la scelta della nostra città per questo nuovo evento non sorprende più di tanto, come è emerso chiaramente nella conferenza stampa di presentazione al Lido della Schiranna. A rappresentare le istituzioni sportive sono intervenuti Marco Caccianiga, delegato provinciale del CONI, Luciano Magistri, vicepresidente nazionale della FIC, e Fabrizio Quaglino, presidente della FIC regionale: tutti hanno concordato sul fatto che il nostro territorio rappresenta una vera eccellenza e un punto di riferimento per questo sport, ricordando come la kermesse giovanile sarà testimonianza dello sport più vero e sano, con oltre 1000 giovani atleti pronti a mettersi in mostra. Presenti anche l’assessore allo Sport, Dino De Simone, e Giuseppe Albertini, presidente della Camera di Commercio, che hanno sottolineato l’importanza di questo evento sia dal punto di vista sportivo che per la valorizzazione della città dal punto di vista turistico, grazie a capacità organizzative di prim’ordine. Il rinnovato Lido della Schiranna, affidato in gestione alla Canottieri Varese e riaperto al pubblico proprio lo scorso weekend, sarà il cuore della manifestazione, ospitando accreditamento, ristoro e spogliatoi per tutti gli atleti in gara. Claudio Minazzi, vicepresidente della Canottieri Varese, ha spiegato: «Sul lago è stato installato il campo di regata mondiale per assicurare le migliori condizioni agonistiche possibili: tre pontili gemellati per garantire un facile accesso, pontili di partenza con impianto di amplificazione, cronometristi anche a metà percorso per registrare gli intertempi, aree dedicate interamente al riscaldamento e al defaticamento. A terra invece un intero parco imbarcazioni ad uso esclusivo, gazebo per le singole squadre, tribune per gli spettatori e il centro di primo soccorso della sezione varesina della Croce Rossa, che sarà attivo da venerdì al termine della competizione. Al lavoro vi saranno circa 120 volontari, tra soci, atleti e simpatizzanti della società». Per la Canottieri Varese, che quest’anno festeggia il suo centenario, l’organizzazione di questo appuntamento da “giocare in casa” ha un sapore particolare: l’obiettivo dichiarato dalla società varesina è cogliere 4 podi, senza esporsi però su quali gradini e relativi “colori” delle medaglie. Le regate dei Campionati Italiani giovanili inizieranno sabato 17 giugno alle 8.30, con le prove di qualificazione, mentre nel pomeriggio, dalle 14, si svolgeranno i recuperi. Domenica dalle prime ore del mattino spazio alle semifinali e a seguire, a partire dalle 9, le finalissime che assegneranno i 39 titoli in palio, 22 maschili e 17 femminili. Per tutti gli appassionati di canottaggio, e non solo, appuntamento quindi alla Schiranna, per un weekend di gare che si annuncia intenso e spettacolare