Nome sulla schiena e neanche un politico Ecco la squadra al fianco di Orrigoni

Si svela il dream team civico di Paolo Orrigoni: «Vogliamo far bene per Varese». Un Twiggy affollatissimo ha accolto la “prima” della lista civica Paolo Orrigoni Sindaco al gran completo, pronta per la sfida delle urne. «Un gruppo di spessore – lo definisce Noemi Cantele, che Orrigoni ribattezza come la sua “lady di ferro” – siamo qui per vincere». Nella lista c’è tanto sport, ma anche tanto volontariato, tanta impresa e tanta famiglia (i candidati hanno «una media di 2,5 figli a testa» rivela il direttore del consorzio di internazionalizzazione Provex, Enrico Argentiero, una delle ultime new entry svelate ieri). Non a caso, i temi chiave della sfida elettorale di Paolo Orrigoni sin dall’inizio. Il candidato sindaco ha presentato i candidati uno ad uno, consegnando a ciascuno una maglietta con il cognome sulla schiena (e a fine serata anche il kit con i “santini”). «Perché siamo una squadra, non un partito politico – spiega Orrigoni – speriamo di indossarla con orgoglio». Obiettivo: realizzare La parola “civico” non fa parte del lessico orrigoniano, ma lo spirito è quello di una squadra di persone della cosiddetta società civile. «Nessuno di noi è politico di professione – sottolinea Francesco Brezzi, il titolare del Twiggy, anch’egli in lista – il nostro intento, e il messaggio più importante, è realizzare». Infatti non ci sono esponenti di partito, e l’unico a salire sul palco con il candidato è il sindaco in scadenza di mandato, Attilio Fontana. «Mi sta vicino, mi consiglia, voglio ringraziarlo – afferma Orrigoni, sintetizzando lo spirito della sua squadra – la motivazione che abbiamo tutti in comune è far bene per la nostra città. La nostra è una novità forte, messa insieme in due mesi, in una coalizione che sta già lavorando molto bene e che riuscirà a portare a galla tutto l’entusiasmo che abbiamo raccolto». Tutti i nomi Quelli nuovi sono la 21enne Elena Sessa, studentessa di design e campionessa di canottaggio. L’avvocato Caterina Cazzato, originaria di Taranto, esperta in vigilanza e contenzioso in materia di lavoro. La fondatrice di Vivi Varese, Laura Dongiovanni. Il direttore di Provex Enrico Argentiero, che vuole impegnarsi per far tornare Varese «bella come la ricordo da bambino». E l’architetto Roberto Motta. Poi è la volta dei nomi già noti, a partire dagli applauditissimi Cecco Vescovi («Paolo mi ha convinto») e Marco Caccianiga («ho accettato di dare La squadra di Paolo Orrigoni al completo con le maglie della campagna LA PRESENTAZIONE Mister Tigros svela la sua lista: tanto sport, volontariato e famiglia. E sul palco accanto a lui c’è Fontana Nome sulla schiena e neanche un politico Ecco la squadra al fianco di Orrigoni una mano perché la famiglia Orrigoni per lo sport varesino ha fatto di tutto e di più»), passando per Brezzi e la Cantele. E poi Franco Sangiorgio, Elena Merella, Elisa Molteni, Anna Terziroli, Marilisa Molinari, Laura D’Aquaro, Francesco Agostini, Veronica Ponzellini, Claudio Pucci, Rinaldo Ballerio, Luigi Costa, Matteo Pisciotta, Tommaso Cherubino, Carla Tocchetti e Roberta De Gasperin