Nella “cittadella” del rugby due giorni di festa dello sci

La Prealpina - 21/09/2016

Che cosa hanno in comune il rugby e lo sci alpino? Pochissimo, al netto del fatto di essere due discipline sportive. Eppure in città la preziosa collaborazione tra l’Asd Rugby Varese e lo Sci club escursionisti “Campo dei Fiori” ha prodotto un interessante evento che punta a richiamare molte persone nel primo fine settimana d’autunno, ovvero il prossimo.

Tra sabato 24 e domenica 25 settembre, ecco infatti la prima edizione della “Festa dello sciatore”, che avrà sede al campo sportivo “Aldo Levi” di via Salvore, l’impianto di Giubiano dove d’estate si accendono da anni le lucu della Festa del Rugby. Dalla serata di sabato, stand gastronomici operativi per un menu a forti tinte alpine, con diverse varietà di polenta, salamelle e patatine fritte.

Domenica le cucine saranno in funzione per l’intera giornata, accompagnando la sfida valevole per il memorial Sacchetti tra il Rugby Varese e Lainate, in programma alle 15.30 prima di una serata dove non mancherà nemmeno la musica dal vivo. Il connubio tra buona cucina e sport si dimostrerà già da sabato, perché nel tardo pomeriggio, a partire dalle 17, il club cittadino della palla ovale attende i bambini nati tra il 2005 e il 2012 che vogliono mettersi alla prova in questo sport sempre più diffuso anche alle nostre latitudini. Una due giorni così intensa cade inoltre nel cuore del quarantesimo compleanno dell’Asd Rugby Varese, fondato proprio nel 1976: l’evento conclusivo delle celebrazioni, tra le quali non sono mancate mostre, feste e momenti di beneficenza, si terrà con modalità da definire nel mese di novembre, ma promette già spettacolo. Così come la Festa dello sciatore promette di soddisfare i gusti di tutti: sportivi, appassionati della montagna e semplici curiosi attratti dal richiamo della polenta.