Nel parking di MalpensaFiere maxi-rissa fra romeni e africani

botte da orbi Intervento della polizia fuori dal festival, denuncia in vista per nove ventenni

BUSTO ARSIZIO Se le sono date di santa ragione nel parcheggio di MalpensaFiere, dopo una serata di balli, divertimenti e margarita al LatinFiExpo. Per nove stranieri arriveranno le denunce per rissa nelle prossime ore, mentre la decima posizione – quella di una ragazza – resta al vaglio degli inquirenti per capire quale ruolo abbia avuto nella violenta storia accaduta nel rione di Sant’Anna.

È stato un sabato notte di botte da orbi quello vissuto da due fazioni di ventenni: un gruppo di romeni – quattro ragazzi e una ragazza – e l’altro composto da giovani arrivati da Costa d’Avorio, Nigeria e Senegal. Sono stati tutti identificati dagli agenti delle volanti del commissariato di polizia, coordinate dal primo dirigente Franco Novati.

Tutto è successo verso l’una e mezza di notte, nel parcheggio esterno dell’area dove per tutta l’estate si è fatta festa a ritmi caraibici e sudamericani. I due schieramenti, dopo alcune scaramucce a bordo pista, hanno deciso di regolare i conti all’esterno, in modo che il loro chiarimento non venisse bloccato dalla poderosa squadra di buttafuori messa in campo dall’organizzazione del festival, proprio per garantire la sicurezza dei tanti clienti.

Così, fra le macchine, si è arrivati al pestaggio. A quanto pare gli stranieri già si conoscevano e, stando alle ricostruzioni fatte dagli inquirenti, la scorsa settimana avevano avuto occasione di attaccar briga. Questa volta, però, qualcuno avrebbe osato dire una parola di troppo ai rivali, forse c’è stato solo uno sguardo storto, e la situazione è definitivamente precipitata. E, seppure nessuno parlasse la stessa lingua, la mimica e le urla hanno portato a un veloce passaggio alle mani. due gruppi hanno quindi iniziato a prendersi a botte. Prima, in verità, una serie di spintoni, quindi degli sputi, alla fine una raffica di calci e pugni. Senza che chi stava recuperando la propria auto capisse cosa avesse scatenato tanta violenza.

Non è stato neppure necessario che i residenti o altri clienti del LatinFiExpo chiamassero il 112 perché la volante della polizia, che stava facendo il giro di perlustrazione della zona come ogni weekend, si è imbattuta casualmente nella rissa. I poliziotti hanno dato l’allarme e a supporto sono arrivati i colleghi del commissariato di Gallarate con una volante e pure due gazzelle dei carabinieri della compagnia di Busto Arsizio.

I giovani, vedendo arrivare le forze dell’ordine a sirene spiegate, sono fuggiti. I romeni si sono nascosti nel bosco ma sono stati immediatamente intercettati dalle forze dell’ordine che li hanno identificati. Inutile cercare di dirsi estranei al tafferuglio, considerando le ferite evidenti, per quanto non fossero particolarmente gravi. Fra i rumeni c’era anche una ragazza che è stata identificata ma potrebbe non essere denunciata: la sua posizione è al vaglio della polizia, perché si ipotizza che non abbia partecipato alla rissa.

Nel frattempo, gli agenti hanno raccolto le testimonianze dei presenti e si sono spostati nel centro città per cercare di rintracciare il secondo gruppo di ragazzi coinvolti nell’episodio. Ci hanno messo poco ad individuarli. Anche in questo caso i segni della rissa hanno permesso agli agenti di identificare i cinque ventenni protagonisti della vicenda, scoprendo che venivano da tre differenti Paesi dell’Africa. Oggi dovrebbero arrivare le denunce a carico dei nove.