Negozi sicuri, nove milioni dalla Regione

La Prealpina - 14/12/2018

Primo, continuare a dotarsi dei più moderni sistemi di sicurezza. Secondo, investire in tecnologie, strumenti e impianti a basso impatto ambientale. Sono queste le linee guida alla base del nuovo bando dedicato alle imprese del commercio e artigianato con risorse per la sicurezza e l’efficientamento energetico deliberato dalla giunta regionale guidata dall’avvocato varesino Attilio Fontana su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli. Sul piatto 9 milioni di euro a fondo perduto, uno dei quali stanziato ad hoc dalle Camere di Commercio lombarde, inclusa quella di Varese. Da Confcommercio Lombardia si plaude all’iniziativa: «È una misura attesa e certamente significativa che coglie due esigenze manifestate dalle nostre imprese», ha commentato Carlo Massoletti, vicepresidente di Confcommercio Lombardia dopo l’approvazione del nuovo bando, che sarà pubblicato il prossimo febbraio. Entrando nel dettaglio, il bando metterà a disposizione contributi a fondo perduto per le imprese – al 50% da 3.000 fino a 10.000 euro -, per acquisto e installazione di sistemi di sicurezza (per esempio, sistemi antirapina, vetrine antisfondamento, sistemi di pagamento elettronici, blindature) e attrezzature ad alto risparmio energetico (come lavastoviglie, frigoriferi, congelatori, abbattitori termici, forni, sistemi di illuminazione di categoria non inferiore ad A++).

«Sicurezza e sostenibilità sono due condizioni necessarie per fare impresa e consentire a tanti piccoli imprenditori di ridurre consumi energetici e l’impatto ambientale migliorando le performance aziendali e favorendo lo sviluppo dell’attività», ha chiosato il vicepresidente lombardo di Confcommercio Massoletti.